Ad Ottobre Fiera Milano apre l’Archivio per conoscere la cultura della città meneghina

 ›  ›  ›  ›  › Ad Ottobre Fiera Milano apre l’Archivio per conoscere la cultura della città meneghina

Attualità,Cultura & Eventi,Gusto & Viaggi,Primo Piano

Ad Ottobre Fiera Milano apre l’Archivio per conoscere la cultura della città meneghina

Fondazione fiera Molano-Archivio storico

Dal 21 al 28 ottobre si terrà l’evento Archivi Aperti, per diffondere la storia e la cultura di Milano e della Lombardia. In questa occasione l’Archivio storico di Fondazione Fiera Milano organizza visite che raccontano la storia di quasi un secolo di vita di Fiera Milano attraverso documenti dell’Ente Fiera fin dal 1920. L’archivio comprende oltre 1000 manifesti, 200.000 fotografie, più di 5.000 cataloghi, 250 tra medaglie e distintivi, oltre a giornali, libri, filmati e diversi fondi cartacei.

Tutti i pomeriggi dal 24 al 28 ottobre l’Archivio Storico di Fondazione Fiera Milano sarà aperto ai gruppi con visite guidate e su prenotazione. Tra i pezzi anche la copia del Regio Decreto con cui, il primo luglio del 1922 Vittorio Emanuele III sanciva la nascita dell’Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano. E ancora la bicicletta utilizzata da Francesco Moser, fotografie di tantissime novità internazionali.

L’Archivio di Fondazione Fiera Milano è stato riconosciuto di notevole interesse storico da parte della Soprintendenza archivistica per la Regione Lombardia con notifica del 1 febbraio 2005.

Per informazioni e prenotazioni
archiviostorico@fondazionefiera.it 
02.4997.7082


© Riproduzione riservata

Ad Ottobre Fiera Milano apre l’Archivio per conoscere la cultura della città meneghina Reviewed by on 5 ottobre 2016 .

Dal 21 al 28 ottobre si terrà l’evento Archivi Aperti, per diffondere la storia e la cultura di Milano e della Lombardia



Profilo Google +:
http://www.ck12.it

Posta elettronica:
redazione@ck12.it

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.