Festività natalizie. Dal Ministero della salute consigli per i nostri amici animali

 ›  ›  › Festività natalizie. Dal Ministero della salute consigli per i nostri amici animali

Cityjournalist,Società & Ambiente

Festività natalizie. Dal Ministero della salute consigli per i nostri amici animali

consigli natale ministero salute

La Direzione Generale Sanità Animale e Farmaci Veterinari del Ministero della Salute ha deciso di avviare, proprio nel periodo natalizio, una campagna di sensibilizzazione e di promozione del corretto rapporto uomo-animale. Semplici consigli su come curare e tutelare i nostri amici a quattro zampe soprattutto in un periodo di festa come il natale. Cinque locandine in cui si trova tutto ciò che c’è da sapere a proposito di cura, alimentazione e trasporto. O ancora tutti i pericoli che per gli animali possono nascondersi dietro alle decorazioni natalizie, ai fuochi d’artificio.
Durante i pranzi natalizi, ad esempio, con le famiglie riunite, può capitare, in un slancio d’affetto, di dare ai nostri amici bocconi di cibo non proprio adatti a loro. Oppure, durante i festeggiamenti, di esplodere botti che possono procurargli terribili ed inutili spaventi.

 


© Riproduzione riservata

Festività natalizie. Dal Ministero della salute consigli per i nostri amici animali Reviewed by on 28 dicembre 2015 .

La Direzione Generale Sanità Animale e Farmaci Veterinari del Ministero della Salute ha deciso di avviare, proprio nel periodo natalizio, una campagna di sensibilizzazione e di promozione del corretto rapporto uomo-animale. Semplici consigli su come curare e tutelare i nostri amici a quattro zampe soprattutto in un periodo di festa come il natale. Cinque locandine

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.