Nella capitale il Digital Day per celebrare i 60 anni dei Trattati di Roma

 ›  ›  ›  ›  › Nella capitale il Digital Day per celebrare i 60 anni dei Trattati di Roma

Attualità,Copertina,Cultura & Eventi,Primo Piano

Nella capitale il Digital Day per celebrare i 60 anni dei Trattati di Roma

digital day - roma 23 marzo

E’ stato presentato a Roma il Digital Day, organizzato dalla Commissione europea – Direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie (DG CONNECT) e dalla Rappresentanza in Italia – e il Governo italiano, sotto gli auspici della Presidenza maltese del Consiglio dell’Unione europea. L’evento si terrà a Roma il 23 marzo e rappresenterà uno degli eventi più rilevanti nell’ambito delle celebrazioni per il 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma. Esso si concentrerà su come l’Unione europea possa sfruttare al meglio l’innovazione digitale, al fine di rimanere fedele ai suoi primi obiettivi e migliorare la vita degli europei.  I più alti rappresentanti istituzionali e del mondo dell’industria, dell’università e della difesa dei consumatori si riuniranno per stilare una dichiarazione e prendere impegni concreti per lo sviluppo digitale.
La Comunità Economica Europea- ha affermato Roberto Viola, Direttore Generale della Direzione CNECT – veniva fondata sulla base di un mercato comune per il carbone e l’acciaio, il cuore dell’industria dell’epoca. Oggi, concentrati sulle tecnologie digitali, ci poniamo lo stesso obiettivo: favorire la crescita sostenibile e la competitività dell’industria attraverso un mercato comune digitale, creando le condizioni perché l’industria possa innovare utilizzando al meglio le tecnologie digitali. Puntiamo ad un approccio inclusivo per creare occupazione di qualità tramite uno sviluppo economico sostenibile che favorisca la coesione sociale“.

Stefano Firpo, Direttore Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese del Ministero dello Sviluppo Economico ha definito l’Italia un “importante protagonista dell’industria 4.0“, mentre per  Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea: “L’Europa di oggi deve scommettere sul digitale  per garantire ai suoi cittadini un futuro che funzioni. Questa è l’Europa del fare che ripartirà dal 25 marzo”.

L’evento in programma per il 23 marzo si comporrà di quattro sessioni:

– il nuovo mercato del lavoro e la necessità di riqualificare le risorse umane europee alla luce della quarta rivoluzione industriale data dal potere di trasformazione dell’intelligenza artificiale, dei megadati, dell’Internet delle cose, delle comunicazioni mobili o delle tecnologie di codifica a blocchi concatenati

– l’industria europea 4.0 con la piattaforma europea di iniziative nazionali per la digitalizzazione dell’industria (European Industry 4.0)

– il “supercalcolo” , cioè il calcolo scientifico ad alte prestazioni, e il relativo ecosistema, che potrà accrescere le capacità scientifiche e la competitività industriale dell’Europa

– la mobilità cooperativa, connessa e automatizzata, che è possibile grazie a tecnologie e politiche digitali essenziali, quali: 5G, intelligenza artificiale, megadati, azzeramento dei costi di roaming, standardizzazione, Internet delle cose, copertura di rete.


© Riproduzione riservata

Nella capitale il Digital Day per celebrare i 60 anni dei Trattati di Roma Reviewed by on 11 marzo 2017 .

E’ stato presentato a Roma il Digital Day, organizzato dalla Commissione europea – Direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie (DG CONNECT) e dalla Rappresentanza in Italia – e il Governo italiano, sotto gli auspici della Presidenza maltese del Consiglio dell’Unione europea. L’evento si terrà a Roma il 23 marzo e rappresenterà uno degli



Profilo Google +:
http://www.ck12.it

Posta elettronica:
redazione@ck12.it

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.