Pupi e Pupari. In quattro pagine la storia della Sicilia con le sue Tradizioni

 ›  ›  › Pupi e Pupari. In quattro pagine la storia della Sicilia con le sue Tradizioni

Editoriali,Primo Piano

Pupi e Pupari. In quattro pagine la storia della Sicilia con le sue Tradizioni

pupi

I pupi e i pupari, un racconto breve, cultura popolare e storia racchiuse in appena quattro pagine, che riescono a contenere, senza svilirli, temi importanti ed emozioni forti presentati in un linguaggio semplice che riesce ad agganciare il lettore e trattenerlo fino alla fine del racconto.
La chiave di volta sta nell’alternarsi di emozioni che riportano alla Sicilia delle Tradizioni, dei pupi e dei pupari e degli amori che in quella terra calda nascevano tra adolescenti che la vita portava ad essere in realtà già uomini e donne .
Andando oltre, Cristiana Buccarelli è riuscita a presentare, attraverso flashback, lo scenario di Acireale, nel cuore della Sicilia, agli spettacoli di piazza, fra il vociare del variegato pubblico ed il rumore delle armature dei personaggi cavallereschi, quando la tradizione di famiglia era il tesoro più raro e prezioso da difendere e quando l’arte manuale era la base del successo. Don Mimi insegna, mediante il racconto della sua vita, quale sia la strada da seguire per raggiungere il successo, quella che lo portò ad apprendere la creazione dei pupi e ad appassionarsi a tal punto da rifiutare «di farsi fare i pupi con nuove tecniche e nuovi strumenti».
La forza delle passate generazioni non risiede nella tecnologia a disposizione ma nel trasformare la propria arte in virtù e dare il giusto senso e valore alle cose e agli accadimenti della vita. Don Mimì racconta, spiega e insegna e il suo personaggio appare quanto mai attuale. Lui che – si legge – ci teneva a spiegarmi che l’opera dei pupi non era mica un passatempo: l’anima del pupo era il mezzo del popolo siciliano per chiedere giustizia, da più di cento anni.
«U destino du pupu è u stessu du cristianu» ripeteva spesso. Ed un ultima lezione , in una pagina e poche righe: nonostante ciò che si fa e si da, alla fine la vita porta a rimanere soli con se stessi, a tirare le somme, a riflettere e meditare. Un momento che, nella maggior parte dei casi si verifica quando l’essere umano è pronto ad affrontare un nuovo percorso, al di la dell’umano. Un viaggio di non ritorno del quale nel tempo resterà solo un “chi era” e “cosa faceva”.
I pupi erano rimasti a fargli compagnia con i loro occhi fissi e impassibili, ma non si sarebbero più esibiti.


© Riproduzione riservata

Pupi e Pupari. In quattro pagine la storia della Sicilia con le sue Tradizioni Reviewed by on 3 maggio 2015 .

I pupi e i pupari, un racconto breve, cultura popolare e storia racchiuse in appena quattro pagine, che riescono a contenere, senza svilirli, temi importanti ed emozioni forti presentati in un linguaggio semplice che riesce ad agganciare il lettore e trattenerlo fino alla fine del racconto. La chiave di volta sta nell’alternarsi di emozioni che

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.