Sicurezza, inquinamento, antiterrorismo, banche tra le priorità del Parlamento Europeo per il 2016

 ›  ›  ›  ›  › Sicurezza, inquinamento, antiterrorismo, banche tra le priorità del Parlamento Europeo per il 2016

CK12 TV,Editoriali,EuroVision,Primo Piano

Sicurezza, inquinamento, antiterrorismo, banche tra le priorità del Parlamento Europeo per il 2016

Merkel, EP

Il servizio realizzato da EuroparlTV, ci permette di comprendere cosa è stato fatto e come si è chiuso quello che molti analisti hanno definito come l’anno horribilis per l’Europa. Il 2015, infatti, ha visto il Parlamento Europeo impegnato nella lotta contro il terrorismo, nella politica migratoria e nel rafforzamento delle azioni antiterroristiche volte alla protezione dei dati e allo scambio di informazioni sui passeggeri dei voli internazionali. Elemento più importante, il servizio webtv ci informa su quelle che sono le priorità per il 2016: dalle maggiori capacità antiterroristiche per facilitare lo scambio di informazioni tra gli Stati Membri, al più semplice e immediato trasferimento di informazioni sui passeggeri dei voli internazionali dalle compagnie alle varie forze dell’ordine. Tema quest’ultimo molto delicato, che dopo i fatti di Parigi, ha visto raggiungrere un difficile accordo politico che il PE voterà proprio entro gennaio  2016.
Il vecchio anno ci ha lasciato, a livello europeo, con molti più interrogativi rispetto alle risposte. Si è salutato il 2015 parlando di inquinamento e limitazione di emissione di CO2, e si è dato il benvenuto al 2016 con una domanda sul medesimo tema, che non sembra esser stato portato via tra botti, brindisi e scarti di regali. Saranno efficaci azioni spot per ridurre l’inquinamento a partire da casa nostra? E sopratutto: reggerà l’accordo non vincolante raggiunto alla conferenza sul clima di Parigi? Ed ancora, su mercato ferroviari e trasporti, l’Ue sarà pronta ad offrire un servizio più attento al consumatore?
Le certezze, come sempre, non mancano. Chi ha un’impresa  e vedrà violare i segreti commerciali della propria attività, potrà chiedere i danni e portare in tribunale i “ladri”, ad eccezione che si tratti di violazione della libertà di espressione. Nel 2016 si continuerà, inoltre, a lavorare per fermare le pratiche rischiose delle banche e, in ambito acquisti, il mercato unico digitale cercherà di rendere più semplici e immediati anche gli acquisti online transfrontalieri, mirando a impedire il geoblocco che, attualmente, impedisce agli utenti l’accesso ai siti in base al paese in cui si trovano gli acquirenti. Decisioni, tutte, che hanno già iniziato ad impegnare il  PE.


© Riproduzione riservata

Sicurezza, inquinamento, antiterrorismo, banche tra le priorità del Parlamento Europeo per il 2016 Reviewed by on 12 gennaio 2016 .

Il servizio realizzato da EuroparlTV, ci permette di comprendere cosa è stato fatto e come si è chiuso quello che molti analisti hanno definito come l’anno horribilis per l’Europa. Il 2015, infatti, ha visto il Parlamento Europeo impegnato nella lotta contro il terrorismo, nella politica migratoria e nel rafforzamento delle azioni antiterroristiche volte alla protezione dei

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.