TG5: giornalisti in sciopero per fermare trasferimento della sede a Milano

 ›  ›  › TG5: giornalisti in sciopero per fermare trasferimento della sede a Milano

Copertina,Primo Piano

TG5: giornalisti in sciopero per fermare trasferimento della sede a Milano

sciopero giornalisti tg5 Roma

Giornalisti del Tg5 in sciopero contro il progetto di trasferimento del telegiornale a Milano. Per l’intera giornata di oggi, venerdì 26 maggio, i colleghi della rete Mediaset si asterranno dal lavoro. Con loro anche i giornalisti delle redazioni romane di News Mediaset e Videonews.

«Nella stessa giornata – spiega il Comitato di redazione in una nota – si svolge uno sciopero proclamato dalla Rsu Cgil di tecnici, grafici e impiegati dei Centri di produzione Mediaset Palatino ed Elios di Roma. Nell’arco della giornata andranno comunque in onda tre finestre informative di 5 minuti ciascuna, notizie corredate da foto, senza contenuti filmati, durante le quali verrà letto in testa e in coda il comunicato del Comunicato del Cdr».

Le finestre andranno in onda alle 8, alle 13 e alle 20. I dipendenti del Centro Palatino hanno anche organizzato un presidio davanti alla sede per dare visibilità alle ragioni della protesta.

Fonte: FNSI


© Riproduzione riservata

TG5: giornalisti in sciopero per fermare trasferimento della sede a Milano Reviewed by on 26 maggio 2017 .

Giornalisti del Tg5 in sciopero contro il progetto di trasferimento del telegiornale a Milano. Per l’intera giornata di oggi, venerdì 26 maggio, i colleghi della rete Mediaset si asterranno dal lavoro. Con loro anche i giornalisti delle redazioni romane di News Mediaset e Videonews. «Nella stessa giornata – spiega il Comitato di redazione in una



Profilo Google +:
http://www.ck12.it

Posta elettronica:
redazione@ck12.it

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.