Vertice Italia-Commissione europea: rafforzato partenariato su aiuti di Stato

 ›  ›  ›  ›  ›  › Vertice Italia-Commissione europea: rafforzato partenariato su aiuti di Stato

Attualità,Copertina,EuroVision,Politica,Primo Piano

Vertice Italia-Commissione europea: rafforzato partenariato su aiuti di Stato

aiuti di Stato Italia-Ue

Si è conclusa positivamente la “Country visit” della Commissione europea presso il Dipartimento per le Politiche Europee in materia di aiuti di Stato e infrastrutture che ha visto l’intervento del vice direttore della Direzione generale della Commissione europea, Gert Jan Koopman.Al centro dei lavori le prospettive della rafforzata partnership tra Italia e Commissione europea grazie al “Common Understanding”, il protocollo firmato il 3 giugno 2016 dal Sottosegretario alle Politiche e agli Affari Europei, Sandro Gozi, e dalla Commissaria europea alla Concorrenza, Margrethe Vestager. L’intesa stabilisce un più solido partenariato in materia di aiuti di Stato tra istituzioni italiane ed europee, da un lato, e tra le amministrazioni nazionali a tutti i livelli, dall’altro. L’incontro ha approfondito i temi della politica di modernizzazione delle regole sugli aiuti di Stati, con un focus particolare sul finanziamento pubblico delle infrastrutture, e su temi di rilevanza strategica per il rilancio della crescita e della competitività dei Paesi membri. Italia e Commissione europea hanno deciso di proseguire il rapporto di collaborazione attraverso uno scambio più assiduo e fluido di informazioni, coltivando un reciproco e costante confronto sia sui temi di policy che sui singoli dossier. La Commissaria Vestager, in un messaggio di saluto, ha espresso un vivo apprezzamento per l’utilizzo sempre più attento delle regole sugli aiuti di Stato da parte delle Amministrazioni italiane e per il ruolo di coordinamento svolto dal Dipartimento per le Politiche Europee. “E’ la dimostrazione che ci stiamo muovendo nella giusta direzione”, ha commentato il Sottosegretario Sandro Gozi, “partenariato significa ricerca congiunta di soluzioni comuni, nell’interesse delle imprese, della trasparenza, della certezza del diritto e della competitività del sistema Italia e Europa“.
La riforma si è sviluppata su tre obiettivi, per ognuno dei quali sono state definite delle proposte operative, strettamente interdipendenti tra loro: promozione della crescita in un mercato interno rafforzato, dinamico e competitivo; preminente applicazione delle norme sui casi con il maggiore impatto sul mercato interno; razionalizzazione delle norme e decisioni più rapide.
Le proposte hanno riguardato, in particolare: il chiarimento e una migliore spiegazione della nozione di aiuto di Stato; la determinazione di principi comuni per la valutazione della compatibilità degli aiuti con il mercato interno; la riformulazione delle principali linee guida in modo da adeguarle a principi comuni definiti nell’ambito della modernizzazione.
I lavori che la Commissione UE ha avviato sono partiti dalla revisione delle linee guida su aiuti regionali, aiuti a ricerca sviluppo e innovazione, aiuti ambientali, aiuti al capitale di rischio e aiuti agli investimenti in banda larga, per proseguire poi con la revisione del regolamento generale di esenzione, di quello de minimis e del regolamento di procedura.
Il Dipartimento Politiche Europee ha coordinato le amministrazioni centrali e regionali che hanno condiviso i principi e gli obiettivi della comunicazione. In particolare: l’uso più efficiente delle risorse pubbliche; il principio di proporzionalità; un maggiore controllo ex post da parte della Commissione; la riduzione al minimo degli effetti distorsivi per garantire la migliore attuazione del mercato interno.
La Commissione UE richiede che alla maggiore semplificazione sia associata una maggiore trasparenza degli aiuti, il potenziamento dei controlli sul rispetto delle norme in materia di aiuti di Stato a livello nazionale ed europeo e una valutazione efficace


© Riproduzione riservata

Vertice Italia-Commissione europea: rafforzato partenariato su aiuti di Stato Reviewed by on 5 aprile 2017 .

Vertice Italia- Commissione europea. intensificata attività e partenariato su aiuti di Stato



Profilo Google +:
http://www.ck12.it

Posta elettronica:
redazione@ck12.it

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.