Vibo Valentia: convegno sul diritto dei popoli di determinare il proprio destino

 ›  › Vibo Valentia: convegno sul diritto dei popoli di determinare il proprio destino

Cultura & Eventi

Vibo Valentia: convegno sul diritto dei popoli di determinare il proprio destino

Venerdì 20 maggio 2016, alle ore 17:30, a Vibo Valentia (VV), presso 501 Hotel sito in Viale Bucciarelli, si svolgerà il convegno dal titolo “Diritto alla Libertà di Determinazione dei Popoli”. L’evento, moderato dall’Avv. Giovanni Marafioti (Presidente dell’Associazione Forense Vibonese), avrà come relatori il Magistrato Edoardo Vitale (Tribunale di Napoli, Direttore de L’Alfiere) e la Docente Delly Fabiano (Università della Calabria, Coordinatrice scientifica e responsabile comunicazione O.D.R. Mediterranean Women Network). Parteciperanno l’Avv. Emilio Stagliano e Francesco Graziano.
In un quadro storico in cui i valori che caratterizzano la nostra comunità subiscono incessantemente gravi attacchi che ne fanno traballare le fondamenta, lo scopo di questo convegno è quello di porre la Cultura come unica speranza per la salvaguardia di queste fondamenta, rappresentate dal territorio, la fede, le credenze, i costumi, l’identità.


© Riproduzione riservata

Vibo Valentia: convegno sul diritto dei popoli di determinare il proprio destino Reviewed by on 19 maggio 2016 .

Venerdì 20 maggio 2016, alle ore 17:30, a Vibo Valentia (VV), presso 501 Hotel sito in Viale Bucciarelli, si svolgerà il convegno dal titolo “Diritto alla Libertà di Determinazione dei Popoli”. L’evento, moderato dall’Avv. Giovanni Marafioti (Presidente dell’Associazione Forense Vibonese), avrà come relatori il Magistrato Edoardo Vitale (Tribunale di Napoli, Direttore de L’Alfiere) e la

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.