I giovani di Confindustria scelgono Vincenzo Boccia per la presidenza di Confindustria

 ›  › I giovani di Confindustria scelgono Vincenzo Boccia per la presidenza di Confindustria

Primo Piano

I giovani di Confindustria scelgono Vincenzo Boccia per la presidenza di Confindustria

confindustria-640

Al termine del confronto con i candidati alla Presidenza di Confindustria, che si è svolto venerdì 26 febbraio, i Giovani Imprenditori, riuniti in Consiglio Centrale, hanno analizzato con attenzione le linee guida proposte e la loro coerenza con i contenuti del Manifesto programmatico “All’Italia serve più Confindustria”, elaborato dagli stessi Giovani Imprenditori.
Il Presidente dei Giovani Imprenditori Marco Gay presenterà questa sintesi all’incontro con i Saggi del prossimo 8 marzo, e indicherà in Vincenzo Boccia la scelta dei Giovani per la presidenza di Confindustria, riconoscendo in lui quella visione innovativa e concreta, capace di sintetizzare in modo efficace gli interessi di grandi, medie e piccole imprese e di dare centralità allo sviluppo del nostro patrimonio manifatturiero e competitività al sistema dei servizi.


© Riproduzione riservata

I giovani di Confindustria scelgono Vincenzo Boccia per la presidenza di Confindustria Reviewed by on 29 febbraio 2016 .

Al termine del confronto con i candidati alla Presidenza di Confindustria, che si è svolto venerdì 26 febbraio, i Giovani Imprenditori, riuniti in Consiglio Centrale, hanno analizzato con attenzione le linee guida proposte e la loro coerenza con i contenuti del Manifesto programmatico “All’Italia serve più Confindustria”, elaborato dagli stessi Giovani Imprenditori. Il Presidente dei



Profilo Google +:
http://www.ck12.it

Posta elettronica:
redazione@ck12.it

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.