Enzo Maiorca salvò la delfina incinta: la storia – VIDEO

0
771

Quando Enzo Maiorca salvò la delfina incinta: la storia dell’impresa di Siracusa torna virale con un video su Facebook.

(Facebook)

Da qualche giorno circola su Facebook un video che racconta di un salvataggio unico, avvenuto nel 2009. Infatti, si racconta di un delfino incinta salvato diversi anni fa nelle acque di Siracusa. Protagonisti di quel salvataggio furono la leggenda dell’immersione in apnea, Enzo Maiorca, e sua figlia Rossana. L’apneista azzurro, scomparso nel 2016, ricorda quel momento come uno dei più belli della sua vita.

La storia della delfina incinta salvato da Enzo Maiorca e dalla figlia

. LA STORIA UNICA DI ENZO MAIORCA"SALVAMMO UN DELFINO INCINTA CON MIA FIGLIA ROSSANA"La mia passione e vita cinematografica la devo certamente ad Enzo Maiorca e Gianfranco Bernabei, quest ultimo produttore e regista RAI, mio mentore. Entrambi legati da grande stima ed amicizia. Per anni li ho seguiti nella realizzazione di film e documentari che raccontavano il mare. Sono cresciuto con e per loro. Uomini oltre il terreno. Sono e ve ne sarò sempre grato.

Gepostet von Alfredo Lo Piero am Mittwoch, 29. Juli 2020

Fu un altro delfino ad attirare l’attenzione di Maiorca e della figlia: così, i due scesero a circa 15 metri di profondità, dove era intrappolata mamma delfino. “Abbiamo sentito dei rumori strani. C’era un delfino che roteava vorticosamente. Ci siamo subito immersi e ci siamo accorti che era intrappolato in una spadara”, la testimonianza di Enzo Maiorca, rilanciata da Facebook in questi giorni. Poco dopo il salvataggio, nacque un bellissimo delfinotto.

Morto nel 2016 a 85 anni, Enzo Maiorca è stato protagonista di molte imprese: il 22 settembre 1974, un suo tentativo di record fu una delle prime dirette di eventi simili trasmesse integralmente dalla Rai. Purtroppo la vicenda del delfino salvato non potrà essere raccontata dai protagonisti: Rossana, la figlia dell’apneista, è prematuramente scomparsa nel 2005.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here