Beirut, doppia esplosione al porto: é strage in Libano – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:29
0
518

Doppia esplosione al porto di Beirut: strage in Libano, ma al momento non è chiara l’origine, il video con le prime immagini.

Almeno 10 persone sono morte e altre centinaia ferite dopo che una doppia esplosione ha scosso oggi la capitale libanese Beirut, secondo quanto riferito dai media locali. In tutto il mondo si stanno diffondendo in questi minuti le immagini devastanti che arrivano dal Medio Oriente. I video dell’esplosione mostrano un’enorme boato seguito da urla e fumo denso che sale sulla città. “Ho visto una palla di fuoco e fumo fluttuare sopra Beirut”, ha detto un testimone a Reuters. Il testimone ha proseguito: “La gente urlava e correva, sanguinava. I balconi degli edifici sono saltati in area a causa dell’esplosione. Il vetro degli edifici alti si è frantumato ed è caduto in strada”.

Leggi anche –> Lampedusa, i migranti trasbordano su Azzurra: l’allarme del sindaco

Il bilancio dell’esplosione di oggi a Beirut

Secondo Reuters, almeno 10 corpi privi di vita sono stati portati negli ospedali a seguito dell’esplosione. L’agenzia di stampa statale libanese NNA ha dichiarato che l’esplosione è avvenuta nell’area portuale di Beirut dove ci sono magazzini che ospitano esplosivi. Non è immediatamente chiaro cosa abbia causato l’esplosione o che tipo di esplosivi ci fossero nei magazzini. Non è esclusa ovviamente la matrice dolosa della strage avvenuta oggi pomeriggio a Beirut. Immagini e video sui social media mostrano la devastazione dell’esplosione, con edifici in rovina, balconi crollati e macchine rovesciate.

Il ministro della sanità libanese ha affermato che esiste un “numero molto elevato” di feriti e di danni ingenti, intanto la Croce Rossa libanese ha dichiarato su Twitter che i suoi team stavano rispondendo all’esplosione. Sono infatti una quindicina i team di volontari che stanno giungendo sul posto. Intanto, da Israele sottolineano di non avere nulla a che vedere con quanto accaduto. Non vi sono al momento nemmeno rivendicazioni di stampo integralista. Conseguenze delle esplosioni si sarebbero registrate fino a quattro km circa dall’accaduto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here