Castrovillari, bruciano la casa di una persona disabile: arrestati due minori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:58
0
493

Castrovillari, bruciano casa di una persona disabile

Aggressione Disabile Castrovillari

Branco in azione, contro una persona disabile, a Castrovillari, comune di 22.000 abitanti in provincia di Cosenza, in Calabria. I fatti risalgono allo scorso 2 agosto quando, viene segnalato, e domato con difficoltà, l’incendio in un’abitazione di Via Luigi Miraglia, zona centrale del Paese. La particolarità della combustione, unita al rischio di danneggiare la pubblica incolumità, ha portato gli inquirenti ad approfondire, con particolare attenzione, l’accaduto. E la scoperta che, purtroppo, ne è derivata è stata davvero sconvolgente.

Il bullismo e l’incendio

L’incendio, infatti, era solo l’ultima parte dell’azione di un branco di tre balordi, due dei quali minori, che hanno preso, per mesi, di mira una persona affetta da grave disabilità mentale. I tre, a più riprese, hanno fatto oggetto la persona disabile di atti di bullismo, unite a malversazioni e umiliazioni fino, all’ultimo e solo per fortuna, non tragico evento. La sera del 2 agosto, approfittando di una porta finestra chiusa male, i balordi si sono introdotti in casa della persona invalida, lo hanno dapprima svegliato tirandogli addosso diverse brocche d’acqua, lo hanno umiliato con più gesti e successivamente hanno appiccato il fuoco a diverse suppellettili generando un incendio domato con difficoltà. Neanche a dirlo i tre alla vista delle prima fiamme alte si sono dileguati nell’oscurità senza neanche preoccuparsi dell’oggettivo rischio di vita che correva il malcapitato finito sotto le loro attenzioni.

Gli arresti

I militari hanno subito aperto il fascicolo di inchiesta e in pochi giorni hanno ricostruito l’accaduto. Nella mattina di oggi, 11 agosto, i membri del locale comando dei Carabinieri hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare sui tre soggetti due dei quali, come detto, minori e per questo affidati ad una comunità indicata dal Tribunale dei minorenni di Catanzaro. L’accusa e quella di incendio e violazione di domicilio aggravata.