Siculiana, morto un migrante fuggito dall’hotspot: feriti tre poliziotti

0
254

Siculiana, morto un migrante fuggito dall’hotspot: feriti tre poliziotti

Migrante morto Siculiana poliziotti

Un giovane migrante di 20 anni, di origine eritrea, è morto la scorsa notte durante la fuga dall’hotspot di Villa Sikania a Siculiana, il giovane è stato investito da un’auto pirata, nell’incidente sono rimasti feriti, uno in maniera grave, anche tre poliziotti. La dinamica dell’accaduto.

I fatti

Come riferiscono le agenzie di stampa e fonti locali, l’ennesima fuga di persone migranti da uno degli hotspot collocati in Sicilia, ha avuto conseguenze tragiche. E il bilancio poteva essere ben più grave se due dei tre poliziotti coinvolti nell’incidente non avessero avuto la prontezza di riflessi di gettarsi oltre il guardrail. I fatti. Sono circa le 2 di notte a Siculiana, comune di 5000 abitanti in Provincia di Agrigento, quando da Villa Silkania, park hotel trasformato in hot spot per l’accoglienza delle persone migranti, un ragazzo di 20 anni sfugge al controllo degli addetti alla sicurezza del centro e scappa in direzione Palermo. La giornata appena trascorsa è stata tesa, pregna di proteste e di incertezze. La fuga, purtroppo per lui, termina presto e in maniera tragica

L’incidente

All’altezza della Strada Statale 115, quella che collega Trapani a Siracusa, il ragazzo che nel frattempo viene intercettato e inseguito da una pattuglia della Polizia di Stato, viene  investito in pieno da un auto pirata, una Volkswagen Touareg. L’auto, impazzita, colpisce anche uno dei poliziotto, mentre altri due, come detto, si lanciano oltre il guardrail per evitare l’impatto. Il ragazzo di venti anni muore sul colpo mentre i tre poliziotti vengono soccorsi e portati all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Uno degli esponenti della Polizia di Stato è stato operato alla gamba per la frattura di tibia e perone gli altri due hanno di contro riportato ferite ed escoriazioni guaribili in venti giorni. L’auto non si è fermata a prestare soccorso ma nella prima mattina di oggi, 4 settembre, il 34 enne che si trovava alla guida del mezzo è stato posto in stato di arresto.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here