Boss in incognito: Chi è Renato Lenzi, amministratore delegato della Zoomarine?

0
164

In onda questa sera alle 21,20 l’ultimo appuntamento con “Boss in Incognito”, il programma di Rai2 condotto da Max Giusti. Protagonista mascherato dell’ultima puntata è Renato Lenzi, amministrato delegato del parco acquatico e dei divertimenti di Roma, Zoomarine. Qualche curiosità su di lui.

Foto da Wikipedia

Amministratore delegato della Zoomarine, il parco divertimenti e acquatico con sede a Roma, Renato Lenzi sarà l’ultimo dei boss in incognito della stagione 2020 . Il programma mira a far scoprire le eccellenze delle aziende italiane, attraverso un gioco di travestimenti e maschere. A cambiare le loro sembianze sono i “boss” dell’azienda che, appunto, sotto copertura proveranno ad inserirsi tra i lavoratori della propria azienda. La novità introdotta quest’anno ha portato anche lo stesso Max Giusti a mascherarsi per poter prender parte al gioco e aiutare il Boss in alcuni momenti della missione.

Chi è Renato Lenzi, AD della Zoomarine

Un uomo molto riservato, lontano dai social network, ma molto dedito alla sua passione per gli animali marini. Laureato presso la facoltà di Biologia marina e Oceanografia dell’Università degli Studi di Bologna, per approfondire i suoi studi si trasferisce per alcuni anni fuori dall’Italia. Studi che lo hanno portato a diventare uno dei massimi esperti di mammiferi marini e presidente dell’associazione mondiale addestratori.
Il suo importante curriculum e le sue conoscenze sulla materia lo hanno portato nel 2015 a diventare amministratore delegato di Zoomarine, il parco acquatico e dei divertimenti di Roma.

Renato Lenzi Boss in Incognito
Foto da Linkedi

Ceo of the Year per la creatività e la ricerca

Primo parco in Italia ad ottenere il titolo di giardino zoologico, è tra parchi europei più importanti del suo genere. Tra i meriti di Renato Lenzi vi sono infatti moltissimi risultati ottenuti da Zoomarine, meriti che lo hanno portato nel 2019 ad essere premiato come “Ceo of the Year” unico candidato del settore leisure. Innovazione, creatività e ricerca, sono queste le motivazioni che hanno spinto Le Fonti Awards a consegnare il premio nelle mani di Lenzi.

La vita privata di Renato Lenzi

Come accennato prima, Renato Lenzi non ama condividere la sua vita privata, infatti non è presente in nessun social se non su Linkedin, dove le uniche informazioni presenti oltre alla sua immagine profilo, sono quelle relative alle esperienze lavorative e di formazione. Rimangono quindi un mistero i dettagli sulla sua vita, mettendo in risalto quanto sia dedito al suo lavoro.

Potrebbe interessarti anche ->Questa sera in Tv: PresaDiretta fa luce sul caso Film Commission Lombardia e i 49milioni della lega

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here