Attentato Vienna, chi è Fejzulai Kujtim: terrorista ucciso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:53
0
241

Cosa sappiamo dell’attentato di Vienna, chi è Fejzulai Kujtim: il terrorista ucciso aveva dei complici, età, nazionalità e credo religioso.

(screenshot video)

La polizia ha identificato l’autore dell’attacco terroristico di lunedì a Vienna come il cittadino austriaco di 20 anni Fejzulai Kujtim. Lo riferiscono alla stampa internazionale funzionari dell’intelligence occidentale. L’uomo è nato nel giugno 2000 da genitori di etnia albanese immigrati dalla Macedonia, hanno detto funzionari austriaci e macedoni. Quattro persone sono rimaste uccise nell’attacco, che ha fatto anche 17 feriti, alcuni dei quali sono gravissimi.

Leggi anche: Attentato a Vienna: esplosioni e sparatorie vicino alla sinagoga. Sette morti e dieci feriti FOTO – VIDEO

Fejzulai Kujtim: attentatore aveva 20 anni e voleva andare in Siria

Ha sottolineato il cancelliere austriaco Kurz che il fatto che gli attacchi siano stati effettuati da islamisti non significa che gli austriaci “debbano condannare tutti i membri di una religione. È una lotta tra le persone che credono nella pace e i terroristi”, ha detto in una conferenza stampa. Oskar Deutsch, un leader della comunità ebraica, ha detto che era troppo presto per dire se la sinagoga era l’obiettivo dei terroristi, ma ha confermato che c’era stata “una sparatoria nelle immediate vicinanze del tempio della città”.

Filtrano intanto notizie sulla figura di Fejzulai Kujtim: l’attentatore è stato condannato a 22 mesi di prigione nell’aprile 2019 perché aveva tentato di recarsi in Siria per unirsi al gruppo dello Stato islamico. Prima dell’agguato avrebbe pubblicato su Instagram una foto in cui appariva mentre imbracciava delle armi. A quanto pare, non ha agito da solo e si cercano altre persone. Il fatto che diversi agguati siano avvenuti in simultanea ricorda quelli di Londra nel 2017 e Parigi nel 2015 quando gli aggressori vagavano per le strade delle due città armati di coltelli e pistole, uccidendo e ferendo civili in ristoranti e bar.