Como: morta in casa da un anno, il figlio ritirava la pensione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18
0
796

Il corpo è stato scoperto da una parente. Il figlio è accusato di occultamento di cadavere e di aver percepito indebitamente la pensione della donna.

trapani

Leggi anche -> Covid: morto Marco Santagata, scrittore e storico della letteratura italiana

Anziana morta in casa, il figlio percepisce la pensione

La notizia arriva dal quartiere sud di Como, Muggiò. Lo scorso 2 giugno, Luisa Tettamanti, 82 anni, è stata ritrovata nella sua abitazione. Era morta da circa un anno ma nessuno ne aveva denunciato la scomparsa, neanche quel figlio 59enne che continuava a riscuotere la sua pensione.

A denunciare il tutto, l’ex nuora che, approfittando dell’assenza dell’uomo, è entrata in casa con le chiavi che aveva conservato per far visita all’anziana signora. La donna aveva così scoperto il cadavere in avanzato stato di decomposizione, senza segni di violenza e sistemato magistralmente sotto le coperte. Per quanto sin da subito era chiaro che le cause del decesso fossero di tipo naturale, rimaneva il dubbio sul perché la morte dell’ultra 80enne era stata tenuta nascosta per mesi.

Le indagini hanno portato ad una sola ipotesi: il figlio della donna avrebbe tenuto nascosto il cadavere della madre con il fine di poter disporre della pensione che ogni mese veniva erogata dall’Inps sul conto corrente cointestato. Tra inizio agosto e maggio di quest’anno, mese a cui risale l’ultimo accredito, da quel conto sarebbero transitati oltre 16mila euro. L’uomo è accusato dalla Procura di Como di occultamento di cadavere e di aver percepito indebitamente circa 16mila euro di pensione. Di diverso avviso invece è la difesa secondo cui l’uomo sarebbe stato incapace di gestire la perdita della madre.

Leggi anche -> Monza, direttore generale dell’ospedale: “340 operatori positivi, aiutateci”