Morto Francesco Samengo, presidente Unicef Italia: aveva il Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:33
0
115

Il coronavirus miete l’ennesima vittima: il presidente di Unicef Italia Francesco Samengo è morto a 81 anni. Si è da sempre distinto nella difesa dei diritti dei bambini.

Francesco Samengo
Francesco Samengo (Unicef Italia)

È morto a causa del Covid Francesco Samengo, il presidente di Unicef Italia. L’uomo aveva 81 anni ed era ricoverato da alcuni giorni all’ospedale Spallanzani a Roma. Samengo ha guidato l’organizzazione negli ultimi due anni. A dare la triste notizia è la stessa Fondazione attraverso un comunicato intitolato “Addio Presidente. Ciao Francesco”.

“Con profonda tristezza l’Unicef Italia saluta l’amato Presidente Francesco Samengo, che si è spento questa sera a Roma dopo una dura battaglia contro il Covid-19”, si legge nella nota. “È stato per tutti una guida sicura, un esempio di abnegazione e instancabile costanza, uno sprone a dare sempre il meglio di noi nel perseguire la causa dei diritti dei bambini in Italia e nel mondo”.

Ti potrebbe interessare anche -> Morto Andrea Merloni, ex presidente di Indesit: aveva 53 anni

Francesco Samengo: una vita in difesa dei bambini

Come evidenziato da Unicef Italia, Samengo è sempre stato in prima linea nel difendere i diritti dei più giovani in Italia e nel mondo. “Si è sempre distinto per l’enorme sensibilità e la ferma convinzione che realizzare un mondo migliore significhi innanzitutto prendersi cura dei più vulnerabili e indifesi, senza lasciare indietro nessuno”.

Presidente dal 2018, per più di vent’anni è stato volontario Unicef. Nato a Cassano Jonio, era laureato in Economia e Commercio, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e dei Revisori Contabili e ha ricoperto importanti ruoli manageriali in diverse aziende pubbliche.