Germania: fermata Carola Rackete in protesta contro il taglio di alberi secolari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:35
0
120

Fermato il gruppo dellʼattivista 32enne Carola Rackete che avrebbe occupato una piattaforma per lʼampliamento dellʼautostrada 49 in Germania.

L’ex capitano della Sea Watch 3, Carola Rackete nota alle vicende di cronaca locale italiana è stata fermata ieri dalla polizia tedesca dopo una protesta contro il taglio degli alberi nella foresta di Dannenroeder, in Assia. Il gruppo ambientalista della 32enne avrebbe occupato una piattaforma per l’ampliamento dell’autostrada 49 nella Germania centrale.

Il gruppo avrebbe lanciato petardi e fumogeni contro la polizia e alcuni di loro sarebbero stati arrestati.

Nelle scorse settimane, in un video pubblicato sul proprio account Twitter, la Rackete denunciava la situazione in cui versano molte foreste del pianeta, spiegando le ragioni che hanno spinto lei e altri attivisti a occupare l’area verde. “Qui la società civile ora dice basta! In Germania ci sono centinaia di progetti di costruzione di strade. E’ insensato nel contesto di crisi climatica”.

Il lancio di petardi è avvenuto nella foresta nel quartiere di Vogelsberg.

Rackete ha affermato: “Sono quassù perché le emissioni di CO2 aumentano da trent’anni e perché tutte le petizioni e gli accordi internazionali non servono. Abbiamo bisogno di una moratoria su tutti i progetti infrastrutturali se vogliamo avere qualche speranza di raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima e affrontare la drammatica crisi climatica”.