F1 Gp Turchia Tabellino: Hamilton è campione e raggiunge Schumacher

0
471

L’inglese nella storia: conquista Gp e settimo titolo mondiale a Istanbul

F1 Gp Turchia: Tabellino della gara

F1 Gp Turchia: Tabellino della gara

La partenza

F1 Gp Turchia: Tabellino della gara – Il Gran Premio di Turchia continua sotto la pioggia, anche in gara, con le monoposto che partono con le gomme da bagnato. Ottima partenza di Lance Stroll, che dopo la pole position riconferma l’ottimo stato di forma della Racing Point. Bene al via anche il compagno di squadra Sergio Perez. Sulla griglia rimane quasi completamente piantato allo spegnimento dei semafori Max Verstappen, condizionando anche tutti i rivali che partivano alle sue spalle. Fa eccezione il Ferrarista Sebastian Vettel, che al primo giro brucia gran parte degli avversari piazzandosi in terza posizione dietro le monoposto rosa. Hamilton stabile in quinta posizione, mentre il compagno in Mercedes Valtteri Bottas dopo un paio di curve perde l’aderenza con l’asfalto finendo in testacoda e riprendendo la corsa molto più dietro.

Cambio gomme

Dopo i primi quindici giri passa il maltempo e l’asfalto si asciuga, tanto da richiedere un cambio gomme per gran parte dei piloti. Nonostante questo i rischi sul tracciato rimangono e ne paga le conseguenze lo stesso Verstappen che perde un paio di posizioni dopo aver forzato un sorpasso impossibile ai danni della Racing Point. Lewis Hamilton però, giro dopo giro, risale dalla propria posizione e si porta dietro alla coppia rosa in testa alla corsa. Va comunque tenuta in considerazione l’ottima gara di Vettel con una macchina inferiore, stabile alla quinta posizione dietro all’inglese e a Verstappen, che ne hanno di più. Leclerc è costretto a rientrare subito ai box, anche strategicamente per evitare il traffico, ma con il cambio gomme recupera tutto il gap che aveva perso rispetto agli avversari, tanto da superare il compagno di squadra al quarantesimo giro di 58. Il gap con la Mercedes per la Ferrari però rimane, perché la rossa dopo il doppio cambio gomme viaggia alla pari con la monoposto dell’inglese che è rientrato ai box una sola volta.

Crisi  Stroll

Dopo una prima parte di gara molto buona il canadese però, tra un pit stop infelice e qualche imprecisione, perde posizioni, minacciato dagli inseguitori, che uno dopo l’altro lo sorpassano senza troppe difficoltà. A quattordici giri dalla fine è Leclerc a superare Verstappen, per un errore dell’olandese, avvicinandosi a grandi passi al podio. Stesso sorpasso per Vettel subito dietro, già superato precedentemente dal monegasco. Per Haimlton in testa però l’unica minaccia è la tenuta della vettura, con l’asfalto che senza il sole non si asciuga più e il compagno-rivale Bottas in tredicesima posizione.

Hamilton nella storia

Con una solidità impressionante, riconfermando non solo la forza della Mercedes, ma anche il suo talento in un Gran Premio che sembrava non potesse vincere, Lewis Hamilton vince il suo settimo titolo iridato raggiungendo nella storia il tedesco Michael Schumacher. L’appuntamento con il record vede però coinvolte anche due Ferrari che lottano fino all’ultimo con il podio, insieme a Sergio Perez. L’inglese vince Gran Premio e titolo, ma sul podio con lui salirà anche Sebastian Vettel, terzo dietro al pilota della Racing Point. Quarto Leclerc. Un traguardo forse impensabile all’inizio della sua carriera, ma era stato lo stesso Schumacher ad ammettere che ce la poteva fare, ormai diversi anni fa. «I numeri e i record ci sono perché devono essere battuti», aveva detto il tedesco. Così come è accaduto oggi all’Istanbul Park. Hamilton vuole farsi trovare pronto a non solo eguagliare ma battere il record dei sette titoli mondiali. Ormai si consacra definitivamente come leggenda di questo sport.

Potrebbe interessarti anche -> L’impresa di Jannik Sinner a Sofia

Segui gli aggiornamenti della F1 su Twitter

Tabellino della gara

 

Ordine di arrivo

Hamilton, Perez, Vettel, Leclerc, Sainz, Verstappen, Albon, Norris, Stroll, Ricciardo, Ocon, Kvyat, Gasly, Bottas…

Classifica

Piloti
Hamilton 307, Bottas 197, Verstappen 170, Perez 100, Leclerc 97
Costruttori
Mercedes 504, Red Bull 240, Racing Point 154, McLaren 149, Renault 136, Ferrari 130