Bambina di 2 anni morta soffocata con un pezzo di salsiccia

0
665

Dramma all’asilo, bambina di 2 anni morta soffocata con un pezzo di salsiccia: portata in ospedale, non ce l’ha fatta dopo 48 ore di agonia.

La bimba morta soffocata da un pezzo di salsiccia

Una bambina di due anni è morta dopo essersi soffocata con un pezzo di salsiccia all’asilo. La piccola Sadie Salt ha smesso di respirare ed è andata in arresto cardiaco dopo che un pezzo di carne le è rimasto incastrato in gola. In quel momento, stava pranzando all’asilo nido Mini Learners a Radford Herts. La tragedia, la cui notizia è stata diffusa oggi, è avvenuta il 12 novembre. La bimba stata portata d’urgenza all’ICU pediatrica del St Mary’s Hospital, ma è morta due giorni dopo, il 14 novembre.

Leggi anche: Napoli: morta da 24 ore all’Ospedale del Mare, ma nessuno avvisa la famiglia

Il dramma della bambina morta soffocata da un pezzo di salsiccia

La sua famiglia ha lanciato una pagina di raccolta fondi per rendere omaggio alla “meravigliosa cura e sostegno” che hanno ricevuto dall’organizzazione benefica per la cura intensiva dei bambini COSMIC. Decine di migliaia di sterline sono state raccolte grazie all’impegno della famiglia e aiuteranno altre famiglie di altri bambini che potrebbero trovarsi a dover combattere per la loro sopravvivenza dopo drammi simili. “A nome di Zoe, Adam, Zachary e Joshua, questa pagina è per ringraziare le meravigliose cure e il supporto dati a Sadie e noi, dopo il suo tragico incidente di giovedì 12 novembre”, si legge sulla pagina di crowdfunding.

Spiegano ancora i familiari della piccola: “Siamo devastati per aver perso la nostra bellissima Sadie sabato 14 novembre. Sadie ha trascorso due giorni in terapia intensiva pediatrica del St Mary’s Hospital, dove le cure che lei, mamma e papà hanno ricevuto sono state incredibili”. Gli organi della piccola sono stati donati, intanto ha preso il via una raccolta firme ribattezzata Sadie’s Law, per chiedere agli asili nido di vietare di servire salsicce e uva ai minori di cinque anni. Migliaia le persone che hanno sottoscritto la petizione creata dai migliori amici dei genitori di Sadie, Darren Ruback e Claire Nicole.