Al Qaeda, indiscrezione dall’Arabia Saudita: “Al-Zawahiri è morto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:56
0
74

Il successore di Osama Bin Laden, Ayman Al-Zawahiri, sarebbe morto a causa di difficoltà respiratorie dovute all’asma in un rifugio in Afghanistan.

Al Zawahiri

Secondo quanto riferito dal media saudita Arab News citando fonti qualificate, lo storico leader di Al Qaeda, Ayman Al-Zawahiri, sarebbe morto nei pressi di Ghazni, in Afghanistan. L’erede di Osama Bin Laden sarebbe deceduto a 69 anni per problemi respiratori causati dalle complicanze dell’asma di cui soffriva da tempo, curate in maniera inadeguata. La cerimonia funebre si sarebbe già svolta in presenza di pochi elementi.

Ti potrebbe interessare anche -> Morte Regeni, chiusa l’indagine: c’è la prova del complotto in Egitto

Al-Zawahiri: la morte è un mistero

Non è la prima volta che circolano notizie in merito alla morte del noto medico egiziano: le ultime indiscrezioni erano trapelate circa dieci giorni fa. Una cosa è certa: dall’organizzazione terroristica Al Qaeda non è ancora giunta alcuna ufficialità.

Arab News ha riportato che una fonte autorevole pakistana, attiva nelle aree tribali del confine con l’Afghanistan, ha confermato con certezza le condizioni di salute precarie dell’erede di Bin Laden, aggiungendo che sarebbe già morto per cause naturali. Ma è incognita sulla data: secondo una fonte della sicurezza pakistana impegnata in operazioni dell’antiterrorismo, Al-Zawahiri sarebbe morto un mese fa. Una fonte vicina ad Al Qaeda in Afghanistan avrebbe invece rivelato che il terrorista sarebbe deceduto poche settimane fa.

Ma al di là delle indiscrezioni, ciò che continua ad alimentare il mistero sulla morte di Al-Zawahiri è la mancata conferma del decesso da parte dell’organizzazione terroristica. Secondo Rita Katz, responsabile del Search International Terrorist Entities Intelligence, la notizia è plausibile ma “è tipico di Al Qaeda non pubblicizzare rapidamente la morte dei suoi leader”.

Per gli esperti, l’ufficialità potrebbe arrivare dopo la scelta del nuovo capo del movimento terroristico. Come ricorda il Corriere della Sera, il papabile successore di Ayman Al-Zawahiri sarebbe potuto essere Ahmed Abdullah, che sarebbe stato però ucciso a Teheran. Per questo motivo la designazione del nuovo leader potrebbe richiedere più tempo.

Ti potrebbe interessare anche -> Rivoli, scoperta una rete di pedofili: adescavano i minori attraverso Fortnite