Il Meteo per l’Italia del 4 dicembre: maltempo diffuso, allerta in 11 regioni

0
461

Maltempo diffuso e allerta meteo per undici regioni, sono queste le principali previsioni per l’Italia per il 4 dicembre 2020 

Meteo Italia 4 dicembre

Maltempo diffuso, temperature in calo e allerta meteo per undici regioni. E’ quanto emerge dai bollettini ufficiali del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile e del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare per oggi venerdì 4 dicembre.

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo il bollettino ufficiale della Protezione Civile, emesso nella serata di ieri, 3 dicembre, e valido fino alla mezzanotte di oggi, 4 dicembre, sono attive le allerta meteo di tipo arancione per la Provincia Autonoma di Bolzano, il Friuli, il Veneto e l’Emilia-Romagna e di livello giallo per Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Puglia, Toscana, Sardegna e sulla Provincia Autonoma di Trento

Meteo Italia 4 dicembre: le previsioni dell’Aeronautica Militare

Con i dati del bollettino del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare entriamo nel dettaglio dei singoli settori del Paese.

Nord Italia: – Allerta meteo della Protezione Civile su Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Liguria ed Emilia-Romagna. Neve oltre i 1000 metri su Valle d’Aosta, Piemonte e Lombarda. Neve fino a quota 700 metri per il resto dei settori alpini e prealpini.

Centro Italia e Sardegna: – Allerta meteo della Protezione Civile sulla Toscana. Cielo molto nuvoloso sulle regioni della costa tirrenica, nuvolosità lieve e diffusa su Umbria, Marche, Lazio e Sardegna e sulle regioni della costa adriatica.

Sud Italia e Sicilia: – Allerta meteo della Protezione Civile per Basilicata, Calabria, Campania e Puglia. Nuvole compatte sulle restanti zone del Meridione e in particolare sulla Sicilia.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Ambiente, l’Italia non respira bene: il rapporto SNPA sull’inquinamento dell’aria

Meteo Italia 4 dicembre: temperature, venti e mari

Temperature: – Le minime sono in rialzo sul versante alpino, in Liguria, sulla Pianura Padana, sulle Marche e in Sardegna. In calo su Piemonte, Abruzzo, Lazio, Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Le massime sono previste in diminuzione su Liguria, Piemonte, Lombardia, Calabria a Puglia. In aumento sull’Emilia-Romagna e sulle regioni della costa adriatica, il Molise, la Puglia e le isole maggiori.

Venti: – Deboli su Piemonte e Valle d’Aosta; da deboli con rinforzi decisi su Veneto,  Liguria, Toscana, Umbria, Puglia, Calabria e Sardegna. Da deboli a moderati sul resto del Paese.

Mari: – Agitato il mare di Sardegna; Molto mossi il mare Ligure. Da mossi a molto mossi tutti gli altri bacini.