Inter-Napoli, dove vederla. Chi sarà l’anti-Milan?

0
239

Lukaku e Lautaro contro Mertens e Insigne. Esame decisivo per Conte e Gattuso  

Inter-Napoli, dove vederla

Inter-Napoli, dove vederla

Inter-Napoli, dove vederla – A San Siro non ci sono mai partite banali, ma questa sarà decisamente più importante e meno scontata di tante altre. L’inseguimento al Milan in questa stagione passerà anche dagli scontri diretti fra le inseguitrici. La sfida tra Inter e Napoli rappresenta ormai un grande classico, un guanto di sfida lanciato anche ai nove scudetti consecutivi vinti dalla Juventus. Se la squadra di Stefano Pioli rappresenta un’outsider e un rilancio in divenire per un club sì blasonato, ma che nelle ultime stagioni non aveva mai trovato la giusta ricetta per vincere, quella di Napoli e Inter è una rincorsa che parte da lontano, ma che resta affamata dei titoli più significativi. Se in Coppa il successo è più difficile, con addirittura i nerazzurri che sono fuori da ogni competizione continentale, lo scudetto è invece un obiettivo ben più concreto, ma come al solito sarà il campo a dare la propria sentenza definitiva, anche in un incontro delicato come questo (diretta tv dalle 20:45 su Sky Sport 1, canale 202 e canale 252). A Massa la direzione di un incontro che può dire molto rispettivamente alle ambizioni dei nerazzurri di Antonio Conte e dei partenopei di Gennaro Gattuso.

Qui Inter

Il tecnico nerazzurro, dopo tante critiche per l’eliminazione in Champions League, vuole riprendere la sua corsa allo scudetto e l’inseguimento ai rossoneri. In campionato i risultati recenti sono positivi, dopo le vittorie contro Sassuolo, Bologna e Cagliari. Ora il Napoli rappresenta ben altra avversaria, ma Conte è pronto ad affidarsi ai suoi uomini migliori. Con Vidal ancora ai box, ci sarà di nuovo spazio a Gagliardini, al posto di un Eriksen sempre più spento e meno incisivo, anche giocando da titolare, mentre come incursore è inamovibile un decisivo Barella. Ne è la prova il gol nell’ultima partita di Serie A contro la sua ex squadra. Sanchez è costretto a riposare, perché uscito acciaccato dopo l’ennesimo guaio muscolare rimediato contro il Cagliari, mentre il reparto offensivo sarà intermante lasciato alla coppia d’oro Lukaku-Lautaro. Hakimi invece siederà in panchina, ma potrebbe subentrare a partita in corso per dare diverso ritmo ai nerazzurri. Per quanto riguarda il reparto arretrato, nessuna novità tra i titolari. Riconfermato l’intero pacchetto con Handanovic in porta, Bastoni, De Vrij e Skriniar a formare il terzetto difensivo.

Qui Napoli

Orfano di Victor Osimhen, Rino Gattuso è costretto a puntare ancora sull’attacco “leggero”, con Mertens falso nove, Lozano e Insigne a supportarlo nella fase offensiva contro i giganti dell’Inter. Come modulo confermato il 4-2-3-1, con Demme che potrebbe partire titolare in mediana al posto dello spagnolo Fabian Ruiz, al fianco di Bakayoko. Contro la LuLa nerazzurra fondamentale sarà però la prestazione di Koulibaly e Manolas, che difenderanno i pali di Ospina. Di nuovo titolare il portiere colombiano dopo l’ultimo match giocato da Meret, che questa sera siederà nuovamente in panchina. Mario Rui e Di Lorenzo i terzini titolari che saranno nuovamente in campo dal primo minuto. Gattuso sa che la sua squadra ha tutti i mezzi e il potenziale per dare fastidio ai nerazzurri e strappare anche un successo al Meazza, ma l’approccio della squadra dovrà essere diverso dalle ultime uscite, che all’ex centrocampista, dato il carattere dell’allenatore non sono affatto piaciute. Ogni pronostico resta comunque aperto, ma una vittoria stasera potrà voler dire molto non solo per la classifica (con i partenopei a -1 dai nerazzurri, complice il punto di penalizzazione rimediato dopo la sconfitta a tavolino contro la Juventus), ma anche per consolidare il Napoli come effettiva pretendente allo scudetto, segno di una crescita della squadra e di un programma che Gattuso sta realizzando con accortezza e dedizione.

 

Potrebbe interessarti anche -> Sorteggi Champions League: le avversarie di Juventus, Lazio e Atalanta.

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter