“Ma quale Briatore. Quello che ha bloccato Milano in Rolls Royce sono io!”

0
550
leggo.it

«Ma quale Flavio Briatore. Quello che ha bloccato Milano in Rolls Royce sono io!». A rivelarlo in esclusiva a leggo.it è Luigi Proietti, 61 anni, noto gallerista d’arte che lavora tra Milano, Roma e Cortina d’Ampezzo, il sosia perfetto del re del Billionaire. Stesso colore di capelli, uguale taglio, stesso stile negli occhiali, colorati e dalla montatura evidente.

stesso look di Briatore!

t shirt a tinta unita, Lineamenti e modo di vestire uguale.

«Mi scambiano ogni giorno con Flavio» racconta Proietti. Con Briatore, Luigi Proietti ha un’altra analogia: un’auto che non passa certo inosservata, perchè guida una Rolls Royce nero opaca 6.700 di cilindrata, immatricolata nel 2010. Questa vettura qualche giorno fa ha bloccato il traffico a corso Magenta nel cuore di Milano.

il caso a corso Magenta

L’auto parcheggiata non in modo corretto, bloccava il passaggio dei tram. Subito si è creato il caos: qualcuno ha immediatamente filmato il tutto e il video è diventato virale. i “social” lo hanno scambiato erroneamente però per Flavio Briatore!

Il racconto di Proietti e lo scambio con Briatore

“Dovevo svolgere una commissione urgente. Ho parcheggiato pensando di non creare disagio a nessuno. Figuriamoci. Tempo qualche minuto e ho capito che invece la vettura bloccava il tram. Non ci avevo pensato. Sono subito uscito dal negozio e l’ho spostata. Qualcuno aveva già ripreso la scena e si è diffusa la notizia che fosse stato Briatore. Proprio lui mi ha contattato: mi scuso con lui. Ci ho parlato al telefono, è stato gentilissimo con me. Preciso che lui non ha alcuna colpa: chiedo scusa ai milanesi se per colpa mia ho fatto perdere 4 minuti a qualcuno che passava in corso Magenta”.

“Briatore non lo conoscevo di persona, ora siamo diventati quasi amici. Lui mi ha raccontato che sta aprendo un ristorante a Riad e mi ha invitato ad esporre alcune delle mio opera nel suo nuovo locale. Lo farò molto volentieri, spero di sdebitarmi anche in questo modo. E’ stato subissato di insulti sui social, ma lui non ha alcuna colpa. Ho sbagliato io e mi scuso ancora con i milanesi”.

“La prossima volta ci penserò bene prima di lasciare l’auto in divieto…”

Ti potrebbe interessare anche –>  GF Vip, Elisabetta Gregoraci lascia la Casa: “Mi manca Briatore”