Milan-Lazio, dove vederla. Salvare la testa

0
396

Pioli deve guardarsi dall’Inter. Sfida insidiosa con i biancocelesti che puntano la zona Champions

Milan-Lazio, dove vederla

Milan-Lazio, dove vederla

Milan-Lazio, dove vederla – Un solo passo prima di andare a riposo per le feste di Natale dopo un tour de force che non ha risparmiato nessuno. Contro la Lazio il Milan capolista tornerà a fare i conti con le assenze, quelle pesanti di Kjaer e Ibrahimovic, seguite dall’infortunio di Gabbia e da quello di Bennacer, oltre alla squalifica di un turno per Kessie. Contro la corazzata di Simone Inzaghi che ha appena battuto nettamente il Napoli di Gennaro Gattuso serviranno i massimi sforzi di tutti gli altri, perché di fatto al Diavolo mancherà la spina dorsale della formazione e la posta in palio è importante per entrambe le squadre in campo. In emergenza contro i laziali (diretta tv dalle 20:45 su Dazn) i rossoneri si affideranno a Leao, già autore di uno dei gol più veloci della storia contro il Sassuolo subito dopo il calcio di inizio e al rientro di Rebic, che quasi sicuramente partirà da titolare, probabilmente spostato a sinistra per lasciare l’area di rigore al talento portoghese. La trasferta per la Lazio contro il Milan dei record nel 2020 è tutt’altro che semplice, ma l’ultima partita dell’anno potrebbe regalare qualche sorpresa. Immobile è in splendida forma, Luis Alberto contro i partenopei ha già mostrato di essere voglioso di riscatto. Tornato al gol, il campione spagnolo vuole ora riproporsi come uomo assist, con passaggi preziosi che lo hanno già reso fondamentale nell’undici biancoceleste la scorsa stagione.

Così in campo

Due moduli classici e quasi mai cambiati per entrambe le squadre. I padroni di casa a San Siro riproporranno il 4-2-3-1, mentre gli ospiti risponderanno con il 3-5-2. A fare coppia con bomber Immobile ci sarà Caicedo, con Escalante di nuovo riproposto fra i titolari al posto di Lucas Leiva. Lazzari e Marusic andranno a percorrere le fasce cercando di dare supporto alla manovra offensiva laziale ma anche difendersi dalle scorribande del croato Rebic di Saelemaekers e di un Theo Hernandez che in questa stagione si è rivelato più volte letale, come contro il Parma. Kalulu sempre in coppia con Romagnoli per difendere i pali di Donnarumma nella difesa rossonera mentre Tonali dovrebbe aver recuperato per giocare accanto a Krunic, con i titolari Bennacer e Kessie fuori gioco. Nella Lazio non ci sarà Acerbi, pedina praticamente insostituibile della retroguardia biancoceleste. La partita sarà un crocevia importante per il campionato. I giovani rossoneri sono a 25 risultati utili consecutivi, con 15 match dove hanno segnato almeno due gol. Pioli incontrerà inoltre la squadra che ha allenato dal 2014 al 2016, fino a quando non è stato esonerato per un derby perso malamente. In classifica per il Diavolo è importante ora continuare sulla scia positiva e chiudere il 2020 alla grande. L’Inter è solo a un punto di distanza ed è impegnata nella trasferta scomoda di Verona. Con la Juventus sconfitta in casa contro la Fiorentina e la decisione sul rigiocare la partita con il Napoli i bianconeri fanno meno paura, ma la rivale più pericolosa sembra ora proprio la squadra di Antonio Conte. Se i nerazzurri insistono per il sorpasso, il Milan deve necessariamente continuare a resistere, nonostante gli infortuni.

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Fiorentina 0-3: top viola, flop bianconero

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter