Bassetti attacca Speranza: “Si stanno commettendo molti errori”

0
366

L’infettivologo Matteo Bassetti dal suo profilo Instagram sferra un duro attacco al ministro Speranza: “si sta sbagliando tutto”. 

(Instagram)

L’infettivologo del San Martino di Genova, Matteo Bassetti, in un post Instagram attacca duramente l’operato del ministro della Salute Roberto Speranza. Secondo il consulente per l’emergenza coronavirus in Liguria, Speranza, ma il governo in generale, “passeggia quando si dovrebbe correre”.

Leggi anche -> Covid: medico di Siracusa positivo dopo il vaccino. Locatelli: “Protezione completa dopo il richiamo”

Bassetti: “Si stanno commettendo molti errori”

Un post decisamente polemico quello che Matteo Bassetti ha scritto nella mattinata di oggi, 3 gennaio, sul suo profilo Instagram. Il messaggio è chiaramente rivolto a Roberto Speranza, ministro della Salute. L’infettivologo del San Martino di Genova ha infatti criticato duramente le scelte fatte dal governo, specie quelle messe in campo appositamente per le festività natalizie.

Tra i punti passati in rassegna da Bassetti c’è innanzitutto il sistema con cui vengono definite le fasce colorate delle regioni italiane: “Si dovrebbe tornare subito al sistema del controllo del territorio a colori (interrotto grossolanamente e inspiegabilmente durante le festività natalizie), ma i parametri andrebbero semplificati e resi più dinamici” spiega nel post social.

A finire nel mirino dell’infettivologo, infatti, ci sono le nuove strette e le nuove colorazioni che sta pensando il governo a partire dal 7 gennaio, decisioni che non terrebbero in conto del reale stato in cui versa ogni singola regione: “non si può decidere sulla base di numeri di due settimane prima, – spiega l’esperto – ci vuole rapidità nell’analisi e nelle decisioni. Si passeggia quando si dovrebbe correre”. Secondo Bassetti, dunque, le decisioni sulle riaperture sono inutili senza “fatti concreti, coerenza e programmazione nel tempo”.

Leggi anche -> Governo, ipotesi zona gialla nazionale zona rossa in tutta Italia nei weekend

Non manca, poi, la nota sulla campagna di vaccinazione. “Stiamo andando troppo lentamente. Bisogna aumentare la velocità della campagna vaccinale o ci troveremo in grande difficoltà e isolati rispetto al resto dell’Europa e del mondo sviluppato”.