Inter-Crotone 6-2, tripletta di Lautaro: Tabellino e Highlights

0
986

Con una grande prestazione dell’argentino Conte e i nerazzurri si rilanciano per il sogno scudetto

Inter-Crotone: Tabellino e Highlights

Inter-Crotone 6-2, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Inter-Crotone: Tabellino e Highlights – Il 2021 della Serie A riparte da Inter-Crotone, partita che vede i nerazzurri in campo per riconquistare la vetta, mentre il Milan capolista sarà impegnato allo stadio Vigorito di Benevento, contro un Crotone che, parola di Giovanni Stroppa, non si limiterà a giocare per un pareggio. A San Siro gli uomini di Conte cercano l’ottava vittoria di fila per una serie molto positiva che ambisce al massimo risultato in questa stagione e lo fa con in campo gli uomini migliori. La partita inizia con un ottimo piglio dei padroni di casa, che dopo il calcio di inizio tentano subito di passare in vantaggio, ma il Crotone è attento e non si lascia sorprendere in difesa.

Il vantaggio

Un paio di occasioni per Lautaro e Lukaku, ma l’Inter nei primi minuti non trova il vantaggio. Un passaggio sbagliato per l’esterno Hakimi si riconverte subito in una ripartenza per i calabresi, che abili in contropiede sfiorano il vantaggio. Lo 0-1 lo troveranno effettivamente poco dopo con il calcio d’angolo e il colpo di testa di Zanellato, che mette a segno la sua prima rete in serie A. Nerazzurri costretti quindi a inseguire, con Messias, il miglior giocatore in questa fase della stagione per la squadra ospite, che sfiora anche il raddoppio. Un paio di disattenzioni difensive dei padroni di casa che potevano costare care, ma l’Inter si riprende presto con un ottimo smarcamento di Lautaro su assist filtrante di Lukaku che porta l’argentino al tiro e questa volta Cordaz non può nulla per impedire il pareggio. La serie di gol nel primo tempo non finisce qui però, perché da una parte il Crotone sempre propositivo metterà in più occasioni in difficoltà la difesa nerazzurra, mentre dall’altra l’Inter continuerà a spingere. Il 2-1 dei padroni di casa è frutto di un’altra azione dalla fascia con Marrone che anticipando nell’area piccola Martinez metterà il pallone nella propria porta. Poco dopo però arriva il pareggio con un rigore messo a segno da Golemic. Troppo disattento Arturo Vidal, il peggiore fra i nerazzurri e il giocatore con maggiori difficoltà fisiche, colpevole di aver procurato il rigore con un pestone in ritardo sull’attaccante avversario. La partita è quindi vivace, con be quattro gol nei primi 45 minuti di gioco. L’Inter fa la partita, ma il Crotone non rinuncia a ripartire in velocità in contropiede.

La ripresa

Lo spento Vidal viene subito sostituito da Conte con Sensi con l’inizio del secondo tempo. Stroppa decide invece di inserire presto Petriccione e Simy per dare dinamismo a centrocampo e peso in attacco, nel tentativo di conquistare i tre punti. Nella ripresa però il dominio è quasi esclusivamente nerazzurro e presto arriva anche il nuovo vantaggio dei padroni di casa, con una doppietta che viene finalmente riconosciuta a Martienz al 57′. Azione di forza di Lukaku, con Brozovic in area che lucidamente scarica il pallone all’argentino. Il Toro non può sbagliare e l’Inter si porta nuovamente in vantaggio. Da questo momento saranno quasi sempre gli uomini di Conte a provare ad allungare nel risultato ma, pur con fatica, il Crotone rimane in partita e tiene in difesa, anche a costo di qualche cartellino giallo. Al 64′ è però Lukaku a trovare il primo gol del 2021, con un’azione di forza delle sue e Luperto che, già ammonito, non rischia il cartellino rosso. Davanti al 38enne Cordaz l’attaccante belga non può sbagliare e i padroni di casa allungano ulteriormente con il 4-2. I calabresi ci provano, ma ora non sembrano avere la forza di reagire contro lo strapotere fisico di nerazzurri. A questo punto la partita sembra spegnersi nel finale, con il Crotone che non sembra in grado di accorciare le distanze. Al 78′ è anzi di nuovo l’Inter a trovare il gol, con Lautaro che segna la tripletta di testa e che certamente si porterà il pallone a casa. Nel finale pure Hakimi parteciperà alla festa del gol all’87’, addirittura trovando l’angolino con il mancino. Risultato tennistico, severo e bugiardo per i calabresi che hanno comunque disputato una buona partita, dando segnali positivi e di crescita al tecnico Stroppa.

Sfida scudetto

Conte porta così a casa il miglior risultato possibile dopo eccessiva sofferenza nel primo tempo. Il Crotone ci ha provato, ma non abbastanza per impedire a questa Inter di vincere. I nerazzurri continuano a inseguire così il Milan in testa alla classifica superandoli ancora una volta, in attesa del posticipo dei rossoneri allo stadio Vigorito di Benevento contro il grande ex Filippo Inzaghi in panchina. La nuova capolista può così guardare tutti dall’alto in attesa della serie di partite in un’unica giornata che saranno giocate oggi e si chiuderanno con Juventus-Udinese.     

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Fiorentina 0-3: top viola, flop bianconero

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Inter-Crotone: Tabellino e Highlights

Reti: Zanellato 12′, Martinez 20′, Marrone 31′ (A), Golemic 36′, Martinez 57′, Lukaku 64′, Martinez 78′, Hakimi 87′

Inter (4-2-3-1): Handanovic, Bastoni (Kolarov 81′), De Vrij, Skriniar, Young (Darmian 75′), Barella (Gagliardini 70′), Brozovic, Vidal (Sensi 46′), Hakimi, Martinez, Lukaku (Perisic 75′).
Allenatore: Antonio Conte

Crotone (3-5-2): Cordaz, Luperto (Magallan 70′), Marrone, Golemic (Djidji 85′), Reca, Henrique, Zanellato, Molina (Vulic 85′), Pereira, Messias (Rojas 86′), Riviere (Simy 61′).
Allenatore: Giovanni Stroppa

Arbitro: Gianluca Aureliano

Ammoniti: Reca, Golemic, Luperto
Espulsi:

Highlights QUI