Fiorentina-Inter, dove vederla. Fiducia a Eriksen

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:00
0
47

Conte punta sul danese come regista. Ampio turnover con vista Juve

Fiorentina-Inter, dove vederla

Fiorentina-Inter, dove vederla

Fiorentina-Inter, dove vederla – L’ultimo trofeo dei nerazzurri risale al 2011. Tanti, troppi anni per potersi permettere di snobbare la Coppa Italia, ma allo stesso tempo sarebbe impossibile non ricorrere al turnover, con una partita ogni tre giorni e la supersfida con la Juventus domenica sera. Antonio Conte sa che gennaio rappresenta un momento delicato della stagione, perché dopo il pareggio con la Roma è importante sia andare avanti in Coppa Italia, dopo la precoce eliminazione in Champions League, sia non perdere di vista la vetta della classifica, dove il Milan sta fuggendo in avanti e dove i bianconeri hanno iniziato a correre per colmare il gap con le prime della classe. Oggi pomeriggio contro la Fiorentina in trasferta all’Artemio Franchi in gara secca (diretta tv dalle 15 su Rai1), in campo per l’Inter ci saranno solo quattro titolari, uno per reparto,, mentre per tutti gli altri la partita contro i toscani rappresenterà la ghiotta occasione di mettersi in mostra e possibilmente scalare le gerarchie agli occhi di Conte. La Fiorentina per contro scenderà in campo con Prandelli che farà riposare alcuni dei suoi giocatori, ma con la chiara intenzione di provare a fare il colpo siccome i viola si comportano sempre bene con le grandi e non possono permettersi di continuare a deludere in una stagione nella quale le premesse erano ben diverse.

Così in campo

Si rivedrà così Eriksen dal primo minuto e nel ruolo di regista. L’estremo tentativo del tecnico nerazzurro di impiegarlo in un ruolo inedito, dopo aver deluso come trequartista e come mezzala, un’alternativa per rilanciarlo dopo prestazioni opache e con uno scarso interessamento anche del mercato per una via di uscita giù in questo gennaio. «Servono anche la forza e il carattere di tirarsi fuori dalle situazioni negative, sono convinto Christian abbia i mezzi per farlo, ma dipende da lui», queste le parole di Conte sul centrocampista. Nella formazione attesi poi Ranocchia alla guida della difesa, Sensi per scalare le gerarchie ai danni del cileno Vidal, altro calciatore che finora ha deluso le attese, e Sanchez al fianco di Lautaro per fare gol a Terracciano. Il titolare dei viola Dragowski sarà infatti sostituito dalla riserva per riprendere il fiato, mentre in avanti Callejon e Castrovilli saranno di supporto all’unica punta, Vlahovic o Kouame. Conte è certo che contro i toscani servirà una grande prestazione, ma Igor e Quarta nella difesa viola dovranno fare altrettanto per fermare il cileno e l’argentino. Borja Valero sarà probabilmente lanciato da Prandelli dal primo minuto contro la sua ex squadra. I nerazzurri non vogliono cedere il passo in Coppa Italia in una partita secca e molto insidiosa, ma far riposare i titolari sarà obbligatorio per ricevere la Juventus a San Siro domenica sera nelle migliori condizioni atletiche e mentali possibili.

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Sassuolo 3-1: i bianconeri vincono nel finale.

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter