Il Meteo per l’Italia del 18 gennaio, temperature in netta discesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:30
0
342

La perturbazione in transito sull’Italia concede una tregua al territorio ma lascia intonso il flusso di aria fredda e conseguenti temperature in netto calo, non sono attive allerta meteo: queste le principali previsioni di oggi lunedì 18 gennaio 2021

Meteo Italia 18 gennaio

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo i dati presenti nel bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella tarda serata di ieri, 17 gennaio, e valido fino alla mezzanotte di oggi, 18 gennaio la cartina dell’Italia è verde e non sono quindi attive allerta su tutte le regioni della Penisola.

Le previsioni dell’Aeronautica Militare

Con l’ausilio dei dati ufficiali presenti nel bollettino del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare vediamo cosa succede nei singoli settori del Paese.

Nord Italia: – Nubi diffuse e compatte sulle Alpi sulla Lombardia e sul Trentino Alto Adige, possibili deboli nevicate. Netto miglioramento dal pomeriggio. Bel tempo su tutto il resto del quadrante. Dal tardo pomeriggio nebbie e dense foschie lungo il Fiume Po.

Centro Italia e Sardegna: – Cielo sereno con lievi annuvolamenti in dissolvimento dal primo pomeriggio. Nuvolosità compatta sulla Sardegna, sulle Marche e sull’Abruzzo. Nevicate sulla fascia appenninica fino ai 200 metri.

Sud Italia e Sicilia: – Cielo sereno a tratti soleggiato su tutto il Meridione ad eccezione delle nubi compatte su Molise, Puglia e Calabria. Deboli precipitazioni sulla Sicilia. Fenomeni nevosi sul Molise fino ai 400 metri di quota.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Ambiente, l’Italia non respira bene: il rapporto SNPA sull’inquinamento dell’aria

Meteo Italia 18 gennaio: le temperature

Temperature: – Le minime sono in genere in netta discesa ad eccezione della flessione consistente sulle Alpi, sull’Emilia Romagna e sulla Sardegna. In leggero rialzo sul Meridione, nel Lazio e sulle coste dell’Abruzzo. La massime sono stazionarie ad eccezione del calo previsto sulle Alpi e sulla Sardegna. In leggero aumento su Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, e Campania.