Juventus-Spal, dove vederla. Vietato distrarsi

0
232

In tutta Europa grandi squadre si sono fatte sorprendere dalle piccole. Pirlo avverte i suoi per la Coppa Italia

Juventus-Spal, dove vederla

Juventus-Spal, dove vederla

Juventus-Spal, dove vederla – Andrea Pirlo sa che All’Allianz Stadium i suoi non possono concedersi distrazioni contro la Spal di Pasquale Marino. Il pass per la doppia semifinale contro l’Inter in questa partita secca potrebbe essere più difficile da conquistare di quanto potrebbero suggerire i valori delle due squadre sulla carta. In questa stagione nelle rispettive coppe nazionali il Bayern Monaco è stato eliminato da una squadra di Serie B, il Real Madrid da una di C, il Manchester City si è salvato con una rimonta negli ultimi dieci minuti contro avversari che militano in quarta categoria. Il Tottenham si è qualificato in modo simile contro un altro club di seconda divisione. Contro il Genoa tutti ricordano quanto sia stato prezioso ai tempi supplementari il gol dell’Under23 Rafia. Se contro la formazione ferrarese avrà modo stavolta di esordire un altro debuttante, Nicolò Fagioli, di certo anche i giocatori più esperti della Juventus non possono pensare che si tratti di un’amichevole. Marino ha già parlato di particolari tattiche ad hoc per fronteggiare i bianconeri, Pirlo dovrà svolgere soprattutto un lavoro psicologico, cercando di motivare i suoi anche contro la quinta squadra della serie B, che ha eliminato Bari e Crotone ai calci di rigore, ma poi ha anche superato il Monza di Berlusconi in casa e il Sassuolo allenato da De Zerbi al Mapei Stadium, con il ribaltamento di tutti i pronostici. «Sono un’ottima squadra su tutti  i fronti, alla quale piace giocare a calcio, dovremo stare attenti». Queste le parole di Pirlo, quando fra i titolari questa sera ci sarà anche la bandiera Gianluigi Buffon, che domani festeggerà 43 anni, ma non rinuncia alla possibilità di ottenere un rinnovo del contratto per un altro anno. Con giocatori così esperti non si può assolutamente sbagliare, ma Pirlo sa quanto sia insidiosa una sfida di soli 90 minuti, con i tanti brividi già corsi con le piccole in precedenza in questa stagione.

Così in campo

Imprescindibile fare comunque il turnover, perché già sabato i bianconeri saranno impegnati in trasferta con la Sampdoria di Claudio Ranieri. Ecco che così insieme al portierone e all’esordiente Fagioli in campo potrebbero esserci in attacco Morata e Kulusevski, con Dybala infortunato e Ronaldo che siederà comodamente in panchina. Anche Chiesa dovrebbe cedere entrambe le fasce a Bernardeschi e Frabotta, mentre mezzali dal primo minuto dovrebbero giocare Ramsey e Rabiot. Al centro della difesa tornerà Demiral, con Dragusin e De Ligt a dargli manforte nella difesa a tre. Riposo per Bonucci e Danilo, mentre dopo Cuadrado è rientrato dalla convalescenza per il Covid-19 anche Alex Sandro, che sarà in panchina. Tutti pronti a subentrare comunque, compreso l’americano McKennie, uno degli uomini più in forma alla corte di Pirlo. Dall’altra parte il 3-4-3 di Marino (con la Juve che ha perso 16 punti sui 18 totali mancati in campionato contro formazioni che giocano con la difesa a tre) dovrebbe prevedere Floccari unica punta con Brignola a Seck a supportarlo sulla trequarti, mentre correranno sulle fasce Sernicola e Dickmann. In mediana Murgia e Mora. I pali di Berisha saranno difesi dal terzetto costituito da Ranieri, Vicari e Spaltro. Squalificato solo Tumminello, con D’Alessandro e Di Francesco infortunati. Pronti a subentrare Missiroli e Paloschi, vecchie conoscenze della Serie A.

 

Potrebbe interessarti anche -> Inter-Milan 2-1: perla di Eriksen nel finale

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter