Covid-19, Locatelli: “Il piano vaccinale non è assolutamente saltato”

0
479

Covid-19, il componente del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli, scaccia via i dubbi sul piano vaccinale italiano: “Non è assolutamente saltato”

(Photo by Tim Boyle/Getty Images)

Ai microfoni del Corriere della Sera, Franco Locatelli, si è espresso sullo stato del piano vaccinale nel territorio italiano. Lo scienziato e componente del Comitato tecnico scientifico ha rassicurato sulla tenuta dell’organizzazione relativa ai vaccini. Queste le sue parole: “Il piano non è assolutamente saltato. Anche se le riduzioni nella fornitura non erano sicuramente previste. Andiamo avanti”.

Successivamente, Locatelli, continua parlando del vaccini Pfizer-BioNtech e Moderna: “Per i vaccini Pfizer-BioNtech e Moderna avremo a disposizione più di 60 milioni di dosi per immunizzare 30 milioni di cittadini. Speriamo che non si verifichino altre diminuzioni”.

Ti potrebbe interessare anche->Vaccino ReiThera: un investimento da milioni di euro, sarà efficace?  

Covid-19, oggi arriverà l’autorizzazione dall’Ema per il vaccino AstraZeneca

L’Agenzia europea dei medicinali Ema, in giornata, concederà l’autorizzazione al vaccino anti-Covid-19 Oxford-AstraZeneca-Irbm. Il vaccino AstraZeneca, viene dalla Gran Bretagna e rispetto al vaccino Pfizer, quello di AstraZeneca, è a “vettore virale”. Non viene iniettato l’mRNA per produrre la proteina spike di Sars-Cov-2 ma viene usato un virus reso innocuo e che è costituito da una sequenza di Dna utile a far generare, dall’organismo del paziente, la proteina. L’autorizzazione consiglia caldamente la somministrazione di due dosi con un intervallo tra le quattro e le dodici settimane.

Contrariamente al vaccino Pfizer, che necessita di una minuziosa attenzione per il freddo per modalità di conservazione e trasporto, il vaccino AstraZeneca-Oxford può essere conservato, trasportato e manipolato a temperatura ambiente (due-otto gradi centigradi) per almeno 6 mesi e somministrato all’interno di strutture sanitarie esistenti. Questi elementi, successivamente, saranno importanti anche per fissare il prezzo di ogni singola dose.

Ti potrebbe interessare anche->La previsione di Andrea Crisanti: “Con la mascherina per altri due anni”