Previsioni Meteo per l’Italia del 30 Gennaio: Giorni della Merla con la neve

0
388

Il maltempo torna a sferzare l’Italia in quelli che sono tradizionalmente indicati come i Giorni della Merla, sabato 30 e domenica 31 (..e venerdì 29), sulla Penisola si manifesteranno pioggia, neve e temperature in ribasso: ecco le previsioni meteo del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile e dell’Aeronautica Militare. 

Previsioni Meteo Giorni della Merla

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo i dati presenti nel bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella serata del 29 gennaio e valido fino alla mezzanotte del 30 gennaio è attivo un avviso di meteo avverso, per rischio idrogeologico, su  Emilia-Romagna e AbruzzoIl resto della cartina dell’Italia è verde e pertanto non sono attive altre allerta.

Le previsioni meteo per i Giorni della Merla

Con i dati ufficiali presenti nel bollettino del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare vediamo cosa succede nei singoli settori della Penisola.

Nord Italia: – Allerta meteo di livello giallo sull’Emilia Romagna. Quota neve a 800 metri sulla Alpi. Sul resto del settentrione cielo da sereno a nuvoloso con precipitazioni diffuse, anche temporalesche. Forti rovesci sulla Liguria.

Centro Italia e Sardegna: – Allerta meteo di livello giallo per l’Abruzzo. Nuvolosità compatta su tutto il Centro Italia e sulla Sardegna in intensificazione dal pomeriggio con piogge e neve fino ai 700 metri su Toscana settentrionale, Umbra e Abruzzo.

Sud Italia e Sicilia: – Cielo da sereno e velato con progressivo aumento della nuvolosità ma in un contesto per lo più asciutto. Peggioramento diffuso dal pomeriggio con piogge e temporali diffusi.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Gennaio agli sgoccioli, in arrivo i giorni della merla. Sapete la leggenda?

Le temperature

Le minime sono senza variazioni ad eccezione della flessione prevista sulle Alpi e sugli Appennini. Lieve aumento sulla Pianura Padana sulla Puglia e sulla Basilicata. Le massime sono stazionarie ad eccezione del calo previsto sul Piemonte, sulla Liguria e sulla Toscana e all’aumento per il resto della Pianura Padana il Lazio e la Campania.