Genoa-Napoli, dove vederla. Ghoulam e Koulibaly positivi al Covid

0
242

Partenopei costretti a fare i conti con i contagi. Esattamente come fu per i rossoblù nella gara d’andata

Genoa-Napoli, dove vederla

Genoa-Napoli, dove vederla

Genoa-Napoli, dove vederla – Il 6-0 della partita di andata fu condizionato dagli oltre dieci casi di positività all’interno dello spogliatoio del Genoa, un vero e proprio focolaio che ha compromesso non solo quella partita, ma anche che si giocasse la giornata successiva Juventus-Napoli, con tutta la polemica relativa a una partita che deve esseere ancora giocata, tra rimbalzi di decisioni e responsabilità. Oggi i rossoblù, grazie anche alla cura rivitalizzante di Davide Ballardini sno una delle squadre più in forma del campionato, mentre è il Napoli stavolta a dover fare i conti con nuovi contagi. Alla vigilia dell’incontro (diretta tv dalle 20:45 su Dazn o Sky Sport canale 209 per chi dispone dell’abbonamento), sono infatti risultati positivi sia Ghoulam, sia Koulibaly, con il senegalese che mancherà probabilmente anche nella gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta e nella sfida conto i bianconeri in campionato la prossima settimana. Un tegola pesantissima per Gennaro Gattuso che ha già gli uomini contati, con Osimhen e Insigne non al meglio, ma che siederanno in panchina, mentre per Mertens sono ancora in corso accertamenti sulla caviglia che non ha mai completamente recuperato la migliore condizione. Fabian Ruiz invece non ha ancora recuperato dopo aver contratto proprio il Coronavirus circa tre settimane fa. In queste condizioni i padroni di casa sembrano così i favoriti, perché trascinati sulla scia di un momento nel quale sembrano avere ritrovato loro stessi. Non una trasferta semplice per i partenopei quindi, contro un’avversaria che rispetto al negativo inizio di stagione sta risalendo velocemente la classifica.

Così in campo

Gli azzurri avranno in settimana anche la partita decisiva contro i bergamaschi che vale un posto nella finale di Coppa Italia, perciò saranno i rossoblù a giocare con maggiore motivazione. Ballardini non può fare a meno in attacco di un Destro ritrovato e in ottimo stato di forma, mentre le chiavi del centrocampo saranno affidate all’esperto Strootman. Sarà scamacca a fare coppia in attacco con il compagno di reparto, mentre nel centrocampo a cinque oltre l’olandese giocheranno anche Zajc e Badelj, con Zappacosta e Czyborra sulla fasce. In difesa, davanti ai pali protetti da Perin, Criscito, Radovanovic e Masiello. Il Napoli si opporrà alla determinazione dei padroni di casa con il 4-3-3, dopo l’esperimento di una difesa a tre vista contro la Dea nell’ultima partita ufficiale giocata. Senza Koulibaly sarà Maksimovic a partire titolare, mentre dovrà fare necessariamente gli straordinari il greco Manolas. Come terzini confermati Mario Rui e Di Lorenzo. A centrocampo Zielinski ed Elmas, che vennero contagiati di Covid proprio a seguito della partita di andata all’allora stadio San Paolo, giocheranno con Demme in mediana. In avanti dal primo minuto proverà a trovare il gol nuovamente Petagna, supportato da Lozano a sinistra, al posto del capitano Insigne, e Politano, che farà proprio le veci del messicano a destra. Fra i due portiere sarà probabilmente Ospina quello più impegnato, ma i partenopei, al di là delle assenze, devono far pesare le proprie ambizioni in questa stagione, per non perdere troppi punti lungo il tragitto. Gattuso spera comunque di poter far giocare almeno Osimhen nell’ultima mezz’ora. Il nigeriano ha perso troppe partite quest’anno, per circa tre mesi di stop, e deve ritrovare confidenza con il campo e con il gol.

 

Potrebbe interessarti anche -> Fiorentina-Inter 0-2: gol di Barella e Perisic

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter