Ipermenorrea, la malattia di Barbara De Rossi: in cosa consiste

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:14
0
203

Barbara De Rossi ha dovuto lottare con l’ipermenorrea per ben 7 anni, ma oggi l’ha finalmente sconfitta: la malattia può colpire le donne di tutte le età, in qualsiasi momento della loro vita riproduttiva.

barbara de rossi ipermenorrea
Ernesto Ruscio/Getty Images

Dopo la nascita della figlia, la nota attrice e conduttrice Barbara De Rossi ha dovuto fare i conti con un brutto problema di salute: la donna verso i 35 anni ha iniziato a soffrire di Ipermenorrea, malattia che l’ha portata a rischiare anche l’asportazione dell’utero. Per tanti anni ha dovuto lottare per riuscire a sconfiggerla: inizialmente ha seguito una terapia con progesterone che però comporta anche un aumento di peso. Poi dopo aver preso 15 kg in più, Barbara De Rossi ha deciso di sospendere la somministrazione del farmaco e di rivolgersi a un nutrizionista per ritrovare la sua forma perfetta. Oggi, dopo tanto tempo, può comunque dire di essere guarita.

Ti potrebbe interessare anche -> Francesca Mannocchi, la malattia: cos’ha e come l’ha scoperto

Ipermenorrea: di cosa di tratta

Come confessato dalla stessa Barbara De Rossi, l’Ipermenorrea l’ha fatta soffrire di forti sanguinamenti durante il ciclo mestruale. “Un disturbo che mi debilitava fisicamente – aveva spiegato – e che mi causava situazioni di disagio”. La malattia con cui l’attrice romana ha dovuto lottare per anni può colpire le donne di qualsiasi età, in qualsiasi momento della loro vita riproduttiva. Tuttavia si tratta di una condizione che colpisce più facilmente le adolescenti, in quanto non presentano un’ovulazione regolare, e le donne che si avvicinano alla menopausa.

Ti potrebbe interessare anche -> Arance della salute: al via la vendita per sostenere la ricerca sul cancro

Il sintomo principale dell’Ipermenorrea è un pesante flusso mestruale caratterizzato da oltre sette giorni continuativi di perdite eccessive di sangue. Tra le cause vi sono squilibri ormonali, ma anche condizioni mediche come fibromi uterini, cisti ovariche, polipi uterini, infiammazioni vaginali o alterazioni della funzionalità della tiroide. La malattia può essere curata tramite una terapia farmacologica volta ad alleviare il dolore e ridurre il sanguinamento o attraverso la chirurgia.