Lutto nel mondo della musica: è morto U-Roy

0
580

Il mondo della musica piange U-Roy, leggenda del reggae. L’artista giamaicano è morto all’età di 78 anni. 

(Instagram)

La notizia della morte del musicista giamaicano U-Roy è stata lanciata dai media giamaicani e poco più tardi è stata confermata anche da Neil Fraser, alias Mad Professor, suo collaboratore di lunga data. Il cantante aveva 78 anni e al momento non si vi sono certezze sulla causa della sua morte.

Leggi anche -> Doping, sentenza caso Schwazer: “Il fatto non sussiste”

Morto U-Roy, leggenda della musica reggae

U-Roy, all’anagrafe Ewart Beckford ma conosciuto anche come The Originator, è stato uno dei rappresentanti maggiori della musica reggae in patria come all’estero, tanto che è stato insignito nell’Order of Distinction dal governo giamaicano per la sua influenza sulla scena musicale del paese. La sua è stata una carriera lunghissima e florida: ha pubblicando ben 20 dischi, ha lavorato con i più grandi nomi della musica e ha ottenuto, inoltre, anche un Grammy grazie alla sua collaborazione all’album True Love dei Toots and Maytals.

Nacque a Jones Town, in Giamaica nel 1942. Il suo soprannome non fu un’invenzione per entrare a far parte della scena musicale, ma bensì gli fu donato all’interno della sua famiglia. Una famiglia, la sua, che viveva da sempre di musica e dal quale Ewart ha ereditato la passione.

Iniziò la sua carriera musicale come disc jockey in vari sound system giamaicani, compreso quello di Coxsone Dodd, e lavorando nei sound system di King Tubby, e Duke Reid fra gli altri. Il suo nome divenne presto popolare in tutta l’isola e grazie al suo primo brano, Dynamic Fashion Way, riesce a lavorare con tutti i maggiori produttori dell’isola: Lee Perry, Peter Tosh, Bunny Lee. Tuttavia, fu grazie a John Holt del gruppo ska dei Paragons che Beckford sfondò anche all’estero.

Lo stile di U-Ray

In poco tempo, quell’allora ventottenne giamaicano rivoluzionò il mondo della musica, inventando un nuovo genere, il DJ style, caratterizzato da uno stile di canto parlato. Il “toasting” di U-Ray condizionò anche la scena musicale statunitense e fece, di fatto, nascere il rap.

U-Ray ha continuato a pubblicare musica fino alla fine degli anni 2010. Oggi sono moltissimi i messaggi di cordoglio e di affetto, che provengono da ogni parte della terra e da ogni stile di musica, che si stringono attorno a questo grande artista.