Jerome Boateng indagato per il lobo staccato dell’ex fidanzata Kasia Lenhardt

0
290

Jerome Boateng indagato per violenza fisica sull’ex fidanzata Kasia Lenhardt morta suicida lo scorso 9 febbraio. Dopo l’autopsia sul corpo della ragazza le autorità tedesche avrebbero aperto un’indagine per lesioni personali contro il calciatore del Bayern Monaco.

La 25enne è stata trovata il 9 febbraio scorso senza vita nella sua abitazione di Berlino nel quartiere di Charlottenburg. La donna durante la loro relazione aveva stipulato un accordo rigidissimo di non divulgazione su questioni private del calciatore del Bayern Monaco. Come riferisce la rivista tedesca Bild, la ragazza di origine polacca, diventata celebre in Germania per la partecipazione al programma Germany’s Next Top Model, “si era impegnata a tacere su tutte le informazioni acquisite sul fidanzato nel contesto del suo legame personale”. Insomma, niente messaggi o foto, altrimenti sarebbero scattate una serie di penali con cifre considerevoli da sborsare.

 

Il rapporto con Jerome Boateng

Il rapporto tra Kasia e Jerome è durato una quindicina di mesi, tra molti bassi e pochissimi alti. La separazione, avvenuta una decina di giorni prima rispetto al giorno del suicidio, non è stata di certo in via consensuale e pacifica. Come riporta il Daily Mail infatti “Boateng aveva accusato Kasia di sabotare la sua relazione con l’ex fidanzata Rebecca Silvera e la sua famiglia prima che iniziassero a frequentarsi, e di averlo ricattato perché rimanesse con lei”. Mentre Kasia, continua il tabloid inglese, “aveva promesso di “parlare” e “reagire” una volta che si fosse ripresa dalla rottura”.

POTREBBE INTERESSARTI: Draghi delega nuova squadra dei sottosegretari

L’ultimo saluto a Kasia Lenhardt dell’amica Sara Kulka

A confermare la tragica notizia della morte è stata la collega modella Sara Kulka, che su Instagram commenta: “Riposa in pace. Tu persona meravigliosa, mi manchi e mi sarebbe piaciuto dirti addio. Spero che trovi la tua pace ora e spero che la verità venga fuori ora, so quanto avresti voluto che fosse così. Non ti dimenticherò mai, non conosco nessuno che possa ridere come te. Condoglianze alla famiglia”.

Chi è Jerome Boateng

Nato a Berlino Ovest da madre tedesca e padre ghanese, il quale lascia il continente africano per studiare amministrazione aziendale. Il padre, Prince Boateng, è fratello del calciatore ghanese Robert Boateng mentre la madre, Martina, lavora come hostess di terra per Lufthansa ed è stata assistente di volo di British Airways. Ha una sorella più giovane, Avelina, e due fratelli , George e Kevin-Prince, anch’egli calciatore, di un anno e mezzo più grande.

Inizia a dare i primi calci al pallone nella F-Jugend. Ha 13 anni e dimostra il suo talento già dal primo incontro, nel quale realizza 6 reti, così nel 2002, passa alle giovanili dell’Hertha Berlino. Ha militato per un biennio nell’Amburgo e per una stagione nel Manchester City, per poi trasferirsi al Bayern Monaco che se ne aggiudica le prestazioni grazie a una cifra vicina ai 13 milioni di euro. In questa squadra è diventato ben presto un punto fermo e con cui ha vinto 8 campionati tedeschi, 4 Coppe di Germania, 4 Supercoppe di Germania, due UEFA Champions League, due Supercoppe europee e una Coppa del mondo per club.