Covid, assembramenti a Milano nell’ultimo sabato in zona gialla

0
173

Ultime ore di zona gialla per tornare poi di colore arancione. Il capoluogo lombardo in zona Isola ha festeggiato anche le ultime ore di libertà con alcuni giovani che hanno sparato fuochi d’artificio. In Darsena invece è stata organizzata una discoteca all’aperto.

ANSA / MATTEO CORNER

Ultimo fine settimana in giallo per Milano, dove la movida non si ferma nonostante il timore per il Covid-19 e gli appelli alla prudenza del sindaco Giuseppe Sala.

In Darsena e sui Navigli sono arrivate diverse pattuglie della polizia locale per cercare di gestire il flusso di persone che hanno approfittato della belal giornata per l’ultimo aperitivo prima delle nuove restrizioni. Alcuni ragazzi hanno anche organizzato una discoteca all’aperto.

Gli assembramenti si sono verificati anche in zona Isola, e in particolare in piazzale Archinto dove alcuni giovani hanno anche sparato fuochi d’artificio per “festeggiare” le ultime ore in zona gialla prima del ritorno alal zona arancione di lunedì.

Beppe Sala: “Un momento delicato”

“La terza ondata pandemica è arrivata, spinta dalla variante inglese”. Così il sindaco di Milano, Beppe Sala, in un video su Facebook. “Questa pandemia, a momenti, ci sorprende ma sappiamo anche che esiste una chiara prevedibilità nei trend di contagio. Era previsto l’arrivo di questa terza ondata ed è successo. Diciamo la verità: alcuni nostri comportamenti l’hanno favorita. Ci sono immagini che tutti abbiamo in testa: i tifosi da San Siro prima del derby, i Navigli pieni che ormai sono diventati il set ideale per catturare un’immagine di gente assembrata. Ma la verità è che a volte il rispetto delle regole manca davvero”

 

 

Ti potrebbe interessare anche –> Covid-19: Basilicata e Molise dal primo marzo in zona rossa