Milan-Udinese, dove vederla. Pioli senza Ibra

0
437

A San Siro i rossoneri si affidano alla coppia Rebic-Leao. Gotti a caccia del blitz

Milan-Udinese, dove vederla

Milan-Udinese, dove vederla

Milan-Udinese, dove vederla – Dopo aver iniziato ad allenare a 31 anni le giovanili del Milan nel 1998, Luca Gotti si ritrova a San Siro alla guida dell’Udinese nel tentativo ambizioso di sottrarre punti preziosi ai rossoneri nella lotta scudetto. Una carriera di basso profilo si direbbe, senza grande visibilità, come con l’intensità di chi lavora duramente ogni giorno per conseguire un obiettivo. Dopo l’esonero di Igor Tudor, che troppe affinità non aveva trovato con l’ambiente bianconero friulano, è stato il suo vice che inizialmente non voleva a succedergli, convincendo la società partita dopo partita nel rinnovargli il contratto e nel rinunciare alla ricerca di un altro capo dell’area tecnica. Anche i calciatori si sono compattati intorno al mister che già li conosceva benissimo e con lui Nuytinck assomiglia a Jaap Stam, mentre Rodrigo De Paul è definitivamente esploso come uno dei migliori centrocampisti della Serie A. Con queste premesse, l’Udinese ha tutti i motivi per affrontare con determinazione il Diavolo a San Siro, pur sapendo che i rossoneri non potranno concederle molto (diretta tv dalle 20:45 su Dazn e Dazn 1, oltre che sul canale 209 di Sky per chi avesse lo specifico abbonamento). L’Inter è a più 4 in testa alla classifica e affronterà giovedì il Parma penultimo che lotta per non retrocedere. Portarsi di nuovo a un punto di distanza prima che scendano in campo i nerazzurri è fondamentale, almeno dal punto di vista psicologico. Ibrahimovic, oltre l’infortunio rimediato nell’ultima partita di campionato contro la Roma allo Stadio Olimpico, è impegnato con il Festival di Sanremo, ma proverà lo stesso a essere presente per seguire la squadra a bordo campo. In campo per fare le sue veci sono chiamati Ante Rebic e Rafael Leao, per dimostrare che il Milan ormai sa giocare e vincere anche senza lo svedese, come spesso è capitato al Diavolo in questa stagione, a discapito della rosa di Stefano Pioli ma senza averne troppo risentito sul piano dei risultati. Sarà importante non sbagliare, non tanto come era successo al derby, quanto per quello che si era visto in Europa League e soprattutto contro lo Spezia. Nell’affrontare i giallorossi allenati da Paulo Fonseca il Milan ha mostrato tutt’altro piglio, ma la corsa scudetto non può conoscere pause.

Così in campo

In una partita interna che i rossoneri devono portare a casa senza tergiversare o provare particolari affanni, Pioli punterà sempre sul 4-2-3-1, giovandosi della possibilità di scambiare Rebic e Leao nei ruoli di prima punta e di esterno sinistro. Castillejo è favorito su Saelemaekers per giocare dal primo minuto, mentre sulla trequarti, data la ricaduta di Calhanoglu, potrebbe trovare spazio Brahim Diaz. Ballottaggio in difesa tra Tomori, Kjaer e Romagnoli, mentre quasi senza ombra di dubbio i terzini saranno Theo Hernandez e Kalulu, per far ripartire il gioco rossonero dialogando con i mediani Kessie e Tonali. L’ivoriano ha riconfermato la sua infallibilità dal dischetto anche nell’ultima partita e resta un insostituibile del tecnico, mentre Tonali sembra non aver trovato ancora la brillantezza dell’anno scorso, per quanto abbia potuto giocare molte partite al posto dell’infortunato Bennacer. I friulani si affideranno invece alla coppia d’attacco formata d Nestorovski e Llorente, con il centrocampo a cinque e la difesa a tre grazie al ritrovato Nuytinck. Per Musso la retroguardia bianconera sarà completata da Bonifazi e Becao, mentre Stryger Larsen e Zeegelaar copriranno le fasce. Arslan al centro della mediana, con De Paul e Pereyra che si riproporranno tra le linee rossonere come mezzali. Molto dipenderà dall’approccio alla gara della squadra ospite, con la necessità di mettere in difficoltà i padroni di casa che dopo un periodo di calo sembrano aver ritrovato loro stessi. De Paul e compagni sapranno rispolverare le insicurezze di un Milan senza Ibra o la coppia Rebic-Leao sarà in grado di assolvere il proprio compito, mettendo un po’ di pressione e fiato sul collo all’Inter?

 

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Spezia 3-0: Pirlo vince con i cambi.

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter