Sanremo 2021, chi sono Alberto Radius e i Mamakass: carriera e successi

0
192

Alberto Radius e i Mamakass si esibiranno in un duetto con i Coma Cose al Festival di Sanremo 2021, insieme canteranno il capolavoro di Lucio Battisti dal titolo “Il mio canto libero”.

Sanremo 2021, Alberto Radius e i Mamakass in duetto con i Coma Cose (Warner Chappell Music)
Sanremo 2021, Alberto Radius e i Mamakass in duetto con i Coma Cose (Warner Chappell Music)

Giovedì 4 Marzo è la serata dedicata alle cover per il Festival di Sanremo 2021, ognuno dei 26 Big ha scelto un brano, e ha anche scelto con chi si esibirà durante la competizione.

Le esibizioni dei cantanti in gara verranno giudicate dai musicisti dell’Orchestra, il loro giudizio avrà un peso per quanto riguarda la classifica generale. Durante la serata non verrà nominato un vincitore, ma bensì tutto il punteggio accumulato, verrà aggiunto alla classifica finale.

Gli ospiti dei Coma Cose saranno Alberto Radius e il due Mamakass. Alberto nasce a Roma il primo Giugno del 1942, nasce come chitarrista, si evolve come cantate e produttore discografico italiano. I Mamakass sono invece un duo di compositori, arrangiatori, e polistrumentisti italiani, i loro nomi sono Fabio Dalè e Carlo Frigerio.

Alberto Radius è stato per un periodo di tempo come sostituto di Mussida nella Premiata Forneria Marconi, subito dopo forma un gruppo di nome Formula 3. Dopo l’incontro con Lucio Battisti il Formula 3 debutterà con l’etichetta appena fondata da Alberto, si intitolava Numero Uno, con questa casa discografica, Battisi inciderà “Questo folle sentimento”.

>>>>>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Gigliola Cinquetti ospite a Sanremo 2021, carriera e curiosità della cantante

Sanremo 2021, Alberto Radius e i Mamakass si esibiranno sul palco dell’Ariston

Sanremo 2021, Alberto Radius e i Mamakass duetteranno con i Coma Cose (YouTube)
Sanremo 2021, Alberto Radius e i Mamakass duetteranno con i Coma Cose (YouTube)

I Mamakass vantano diverse collaborazioni con artisti di successo, come ad esempio i Subsonica, Ghali, J-Ax, Lo stato sociale, Willie Peyote, Raphael Gualazzi, Galeffi, Andrea Nardinocchi e Meg.

Hanno anche collaborato al brano “Fiamme negli occhi” dei Coma Cose, in gara al Festival attuale, cercando di curare la produzione e curandone l’arrangiamento. Sul palco i due suoneranno due sintetizzatori.

Mentre Alberto Radius vanta la sua carriera con i Formula 3 e in concomitanza pubblicà anche un album da solista, dove presero parte anche Demetrio Stratos, Patrick Djivas e Franz di Cioccio.

Dopo qualche anno i Formula 3 si sciolsero, e subito dopo Alberto fondò “Il Volo”, purtroppo anche questo progetto non andrà a buon fine dopo qualche anno. Nel 1976 pubblicherà un nuovo album, dando una svolta al proprio genere musicale, mentre nel 1977 pubblica il secondo album Carta straccia, nel quale è presente il celebre singolo “Nel ghetto”.

Durante gli anni comincerà la sua carriera da session man, affiancando artisti come Lucio Battisti, Marcella Bella e Franco Battiato, in questo modo diventerà anche uno dei più importanti produttori italiani.

Alberto Radius prestato la musica della sua chitarra per la sigla del cartone Holly e Benji. Ha anche raccontato di aver prestato i suoi strumenti a Jimi Hendrix per un’esibizione a Milano durante gli anni ’70.

Inoltre ha anche dichiarato che i talent show hanno ucciso la musica italiana, si esprime anche su Ligabue, dichiarando che è un artista bravissimo, ma purtroppo dopo aver scritto una canzone buona, ne pubblica cento uguali senza mai rinnovarsi.

Infine, ha prodotto anche le sigle di sottofondo che troviamo ogni giorno sul TG5 e su Prima Pagina.