Roma-Genoa, dove vederla. Torna Smalling

0
319

I giallorossi ritrovano il centrale inglese e sono la nona difesa, ma contro i rossoblù  è imbattuta da 13 partite

Roma-Genoa, dove vederla

Roma-Genoa, dove vederla

Roma-Genoa, dove vederla – Nel lunch-time contro il Genoa di Davide Ballardini allo Stadio Olimpico (diretta tv su Dazn, Dazn1 e su Sky canale 209 per chi avesse lo specifico abbonamento) la Roma di Paulo Fonseca dovrà essere in grado di meritare la zona Champions con una vittoria convincente, soprattutto attraverso una solidità difensiva da ritrovare. Per una squadra che ambisce ad almeno il quarto posto, con l’opportunità di superare l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, qualora la Dea dovesse perdere contro l’Inter nel posticipo della 26esima giornata, 35 gol subiti fino a questo momento e l’essere la nona difesa del campionato sono statistiche troppo negative. Per questo per l’allenatore portoghese ritrovare Chris Smalling al centro del reparto arretrato è un’ottima notizia, dopo diverse partite nelle quali i giallorossi avevano giocato con la retroguardia completamente reinventata, anche grazie a un Cristante generoso nel volersi sacrificare dietro in un ruolo che non sarebbe il suo. Gli avversari oggi saranno trascinati da due ex giallorossi, Strootman a centrocampo e Destro in attacco. Proprio su di loro Ballardini tenterà di costruire un gioco in grado di superare Pau Lopez, ma ancora più decisiva sarà la prestazione del reparto arretrato nel tentativo di fermare Borja Mayoral, Pedro e Pellegrini. La Roma ha le statistiche dalla propria parte, perché nelle ultime 13 sfide con il Grifone in Serie A non ha mai perso, grazie a dieci successi e tre pareggi. Negli ultimi tre confronti, quelli che hanno visto sulla panchina giallorossa Paulo Fonseca, la squadra di casa ha inoltre segnato esattamente tre gol, per un totale di nove. Per la Roma è importante riconfermare questo trend in virtù della zona Champions da conquistare. La Lazio ha perso contro la Juventus, e da una parte è un bene, ma dall’altra lascia alla squadra l’ultimo slot disponibile per qualificarsi, con la concorrenza agguerrita dell’Atalanta che non molla un colpo e che precede ora la formazione di Fonseca con due punti in classifica dopo 25 giornate di campionato. Con il centrale inglese, il tecnico portoghese spera almeno di subire meno reti, anche perché il difensore è mancato in ben 14 partite su 31 finora giocate in stagione.

Così in campo

Con la partita d’andata degli ottavi di finale di Europa League già giovedì prossimo, Fonseca potrebbe fare un minimo turnover, con Mkhitaryan in panchina, insieme a El Shaarawi, mentre titolari in attacco dovrebbero partire Borja Mayoral, scelta obbligata a causa dell’indisponibilità di Dzeko, Pedro e Pellegrini. Lo spagnolo è favorito sull’armeno, mentre l’infortunio che ha rimediato Veretout contro la Fiorentina riproporrà dal primo minuto Diawara, autore dell’ultimo gol giallorosso, quello che di fatto ha deciso il match contro la Viola. Spinazzola e Karsdorp confermati sulle fasce, mentre insieme a Smalling ci saranno ancora una volta Cristante e Mancini. Kumbulla è squalificato, mentre a Ibanez servirà un’altra settimana per recuperare dall’infortunio muscolare rimediato un paio di settimane fa. Ballardini invece, che ha praticamente rigenerato i rossoblù genovesi da quando si è seduto sulla panchina del Genoa in corsa per la quarta volta da quando ha iniziato la sua carriera da allenatore, tenterà un blitz proprio affidandosi allo stato di forma degli ex, oltre a un 3-5-2 che ha per spina dorsale le prestazioni Perin, che oggi sarà però assente a causa di un problema fisico (lo sostituirà Marchetti), la solidità difensiva di Radovanovic, la spinta di Czyborra e Zappacosta, il palleggio di Strootman e Zajc, l’attacco che vede alternarsi Shomurodov, Destro, Pjaca, Pandev e Scamacca, secondo lo stato di forma tutti più o meno allo stesso livello della gerarchia agli occhi dell’allenatore. Titolari nel confronto di oggi dovrebbero essere l’ex romanista e l’uzbeko, almeno per la prima parte del match. La sfida potrebbe quindi essere più aperta di quanto non dicano gli stessi valori sulla carta, anche se la Roma è certamente la squadra che ha più da perdere, in termini di classifica, con il Genoa che dopo un inizio deludente ha ritrovato se stesso e anche una posizione discretamente lontana dalla zona retrocessione, ma ancora distante solo sette punti.

 

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Lazio 3-1: i bianconeri ripartono

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter