LunaRossa-NewZealand, 1-1 dopo le prime due regate: Tabellino e Highlights

L’equipaggio italiano riesce subito a reagire dopo la regata d’esordio

LunaRossa-NewZealand: Tabellino e Highlights

LunaRossa-NewZealand, Cronaca, Tabellino ed Highlights

LunaRossa-NewZealand: Tabellino e Highlights – Finisce in parità la prima giornata di Coppa America. Le prime due regate hanno mostrato una Luna Rossa determinata a fare bene, con New Zealand lontana dalle competizioni da più tempo (circa due mesi) che deve ritrovare il passo gara, a dispetto di quanto sia stato detto sui progressi fatti dall’equipaggio neozelandese. Una regata per parte quindi, per le prime due che sono state disputate all’inizio di una settimana nella quale si deciderà il team vincitore della 36esima edizione del più antico trofeo internazionale di vela. Dopo il primo rinvio a causa dell’allerta Covid-19 a Auckland, è finalmente iniziata una competizione nella quale l’Italia torna finalista dopo 21 anni, l’unico precedente a questi livelli nei quali la Luna Rossa fu agevolmente battuta dai kiwi. Dopo tre finali disputate nella sua storia, l’Italia non è mai riuscita a portare a casa questo trofeo, la cosiddetta “Auld mug” che chiunque salga su una barca a vela a livello competitivo sogni di vincere. Gli azzurri tornano così a giocarsi le loro chance dopo aver battuto il team inglese Ineos nella Prada Cup. New Zealand può invece competere sulle proprie acque in virtù del successo nell’ultima edizione del massimo trofeo dei velisti nel 2017, esattamente 3 anni, 8 mesi e 12 giorni fa. Si gareggia al meglio delle 13 regate, ovvero potrà alzare la coppa l’equipaggio che ne conquista per primo sette. Sul pronostico e le condizioni meteo, molto dirà il vento, perché più sarà forte, più i padroni di casa saranno favoriti, mentre se soffierà con minore forza sarà favorito il team italiano, che ha già dimostrato di preferire queste condizioni, nelle quali i rivali trovano maggiori difficoltà nel far viaggiare la loro AC75. Alle 16:12 locali prende il via la competizione, con la forza del vento da Nord-Ovest stabile sugli 11-15 nodi, senza arrivare nemmeno ai 18 nodi prediletti dai padroni di casa.

Prima regata

In campo di regata New Zealand entra da destra, Luna Rossa da sinistra. Subito i kiwi prendono diversi metri di vantaggio, circa 50, perché per rispettare i tempi di partenza il team italiano ha dovuto rallentare per evitare penalità. Il Defender è infatti intenzionato a chiudere subito la pratica, raccogliendo grande vantaggio sin dai primissimi minuti. Luna Rossa prova a recuperare lo svantaggio di 23”, portandosi prima a 19” e accorciando poi fino a 17”, ma i neozelandesi sono troppo bravi a non commettere errori, rimanendo in testa fino alla conquista della prima regata per 31”. Questa prestazione non deve essere però motivo di rammarico per gli azzurri, perché i velisti guidati da Francesco Bruni e James Spithill sembrano avere tutte le carte in regola per poter competere con i più forti, con un gap tecnico che al momento non sembra così grande come poteva apparire alla vigilia della competizione, provando la grande crescita dell’equipaggio italiano.

Seconda regata

Luna Rossa ha modo di reagire sin da subito, perché nella seconda regata, con il cielo che rimane coperto e uniforme senza rischi pioggia, l’imbarcazione italiana riesce a partire davanti agli avversari. Bruni e Spithill possono così controllare la regata, con New Zealand che prova a virare in anticipo, ma invece di guadagnare perde una cinquantina di metri rispetto al team in testa. Tante virate nel corso di una regata convulsa, ma Luna Rossa riuscirà a mantenere il vantaggio fino alla fine, mantenendo un gap tra i 12” e i 25”. Ai gate 3 e 4 il massimo vantaggio degli azzurri, ma presto la rimonta dei kiwi sarà serrata, nonostante lo svantaggio sia di circa 100 metri. Quanto basta all’imbarcazione azzurra di tagliare per prima il traguardo di Gara 2, anche se il vantaggio si ridurra fino ai 7”. La seconda partita vale così anche il secondo ko dei neozelandesi in questa campagna di Coppa America. Il timoniere di New Zealand Peter Burling ha riassunto con queste parole la prima giornata di competizioni: «La prima regata ci ha ricordato che possiamo vincere, anche se abbiamo mostrato un po’ di ruggine quando gli italiani hanno fatto meglio di noi alla partenza, in Gara 2. Dovremmo scioglierci quanto prima, si vedeva che non gareggiavamo da tanto. Fondamentale se vogliamo tornare al successo senza che Luna Rossa possa continuare a controllare le regate e quindi portarsi in vantaggio. Spithill ha invece parlato più dominato dalle emozioni che dalla razionalità, perché a seguito del pareggio conquistato subito dopo lo svantaggio, si è congratulato con i suoi raccontando quella che per lui è stata una bella vittoria. «Bello rialzarci dopo il ko, non era scontato che potessimo subito pareggiare dopo la prima regata persa. Dobbiamo dare fino all’ultimo dimostrazione di essere in gara, senza perdere contatto con il team neozelandese, in acqua e nel punteggio».

Prossimi appuntamenti 

Dopo le prime due regate si tornerà in acqua nella notte tra giovedì e venerdì, subito un giorno di pausa, ma dopo il quale non ci sarà più soluzione di continuità fino all’assegnazione del titolo 2021. Sempre nella notte italiana verso le 4 del mattino in diretta Sky Sport e Rai Due.

 

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Porto 3-2: bianconeri eliminati

Segui la Champions League su Twitter

LunaRossa-NewZealand: Tabellino e Highlights

Gara 1: Vince New Zealand per 31”

Gara 2: Vince Luna Rossa per 7”

Highlights QUI