Katia Ricciarelli: 20 anni di matrimonio con Pippo Baudo

0
185

Katia Ricciarelli ha parlato recentemente di Pippo Baudo durante un’intervista dichiarando che proprio lui è stato l’unico vero grande amore della donna.

Katia Ricciarelli ha raccontato tutta la verità sulla fine del matrimonio con Pippo Baudo, avvenuta ormai 14 anni fa. Ha detto: “Ora vivo sola. Mi piacerebbe avere qualcuno così, per tenerci compagnia nei nostri vecchi anni. Con Baudo sono stati 18 anni di matrimonio felice. Poi qualcosa non ha funzionato. Niente tragedie.”

Dopo anni di tensioni, Katia Ricciarelli e Pippo Baudo si sono riavvicinati.

Oltre a ricordare il grande amore della sua vita, il tenore José Carreras, la soprano ci tiene a raccontare come è avvenuto il ‘disgelo’ con l’ex marito Pippo. I due si sono sposati il 18 gennaio 1986, per poi separarsi nel 2004 e divorziare tre anni dopo. Dopo la rottura, “tra di noi era calato il gelo. Il che mi addolorava”, dice oggi Katia. “Fino all’incontro di un anno e mezzo fa. Eravamo ospiti all’Arena di Verona. Ci siamo salutati… Ci siamo comportati come due vecchi amici che si vogliono e si vorranno bene per sempre. Da quel giorno è cambiato tutto. Con Pippo sono in contatto costante.”

Tra la regina della lirica e il conduttore, tuttavia, non ci sarà nessun ritorno di fiamma. “Non torneremo insieme”, ha immediatamente precisato la Ricciarelli

POTREBBE INTERESSARTI: Fabrizio Corona dall’ospedale al carcere, l’avvocato: “Sono sconcertato”

Katia conobbe Baudo lei aveva 40 anni, e ne usciva da una relazione particolarmente turbolenta con Josè Matia Carreras. Di Pippo, Katia ha raccontato che fu “conquistata dalla sua dolcezza”; i primi tre anni di matrimonio sono stati fantastici, poi la coppia ha iniziato a prendere le distanze.

La vita di Katia Ricciarelli

Il suo nome completo è Catiuscia Maria Stella Ricciarelli a Rovigo nel 1946. Cresce in una famiglia non agiata e la madre, abbandonata dal marito arruolatosi come volontario nella campagna di Russia, fu costretta a crescere da sola le tre figlie. Katia, ultimogenita, avuta dalla relazione con un altro uomo conosciuto durante un soggiorno lavorativo in Germania, dimostrò sin dall’adolescenza un forte interesse per il canto, svolgendo nel frattempo diversi lavori per sostenersi, tra cui l’operaia in una fabbrica di mangiadischi.