Meteo, piogge al Nord e al Centro: sole e temperature in salita al Sud

0
165

Le previsioni meteo per l’Italia del 27 marzo sono a geometria variabie: cielo coperto e piogge sul Nord e sul Centro, sereno e con temperature in netta salita, con picchi di 25 gradi, al Sud.

Vediamo i dettagli delle previsioni meteo di sabato 27 marzo attraverso i dati presenti nei bollettini ufficiali di Protezione Civile ed Aeronautica Militare. Il bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso venerdì 26 marzo e valido fino alla mezzanotte di sabato 27 marzo, segnala una nuova allerta meteo di livello giallo per rischio idraulico sul Basso Fortore in Puglia, l’allerta è determinata dal deflusso della diga di Occhito. Il resto della cartina dell’Italia è verde e non sono pertanto attive altre allerta.

Le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare per il 27 marzo

Nord Italia: – Cielo molto nuvoloso con deboli precipitazioni su Liguria, Piemonte ed Emilia Romagna, fenomeni che dal primo pomeriggio si estenderanno a Friuli e Veneto. Neve sulle Alpi a quota 1.500 metri.

Centro Italia e Sardegna: – Nubi diffuse e compatte su Toscana, Marche, Umbria e Lazio con possibili fenomeni piovosi nel primo mattino e nel tardo pomeriggio. Nuvolosità consistente sul resto del territorio ma in un contesto asciutto. Velature sulla Sardegna.

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Desertificazione: oltre il 25% della popolazione mondiale è a rischio

Sud Italia e Sicilia: – Cielo sereno o poco nuvoloso su tutto il quadrante ad eccezione di qualche annuvolamento su Molise, Campania e Puglia dove è attiva una allerta meteo di livello giallo per rischio idraulico sul Basso Fortore in Puglia, l’allerta è determinata dal deflusso della diga di Occhito. 

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Economia circolare: Italia prima in Unione europea

Le temperature minime sono in netto aumento su tutto il Paese ad eccezone di Toscana, Lazio e Abruzzo dove saranno stazionarie. Le temperature massime sono stazionarie ad eccezione delle lievi diminuzioni previste su Lombardia e Veneto.