Caylee Anthony: la bimba avrebbe 15 anni, le accuse alla madre

0
914

La vicenda della piccola Caylee Anthony: la bimba avrebbe 15 anni, le accuse alla madre Casey, cosa è accaduto.

(screenshot video)

Nel 2008, il mondo venne sconvolto dalle accuse mosse a Casey Anthony. Si è scoperto che l’allora madre single di 22 anni di Orlando, in Florida, aveva creato una rete di bugie per coprire la scomparsa della figlia di 2 anni, Caylee, quell’estate. Fu la nonna della bambina a denunciare la scomparsa della piccola. Da quel momento in poi si aprirono le indagini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Casey Anthony, la mamma più odiata degli Usa: omicidio irrisolto

Dopo qualche tempo, venne ritrovato il corpo della bimba e la mamma venne accusata dell’omicidio. Casey è sfuggita alla condanna nel 2011, mentre le domande su chi ha ucciso la sua giovane figlia e perché non sono mai state risolte. “Caylee oggi avrebbe 12 anni, e sarebbe una vera dura”, ha detto la donna qualche anno fa in un’intervista, in cui ha evidenziato essa stessa di non sapere come siano andate le cose.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Annie Le, studentessa uccisa delitti a circuito chiuso: il drammatico caso

La tremenda storia di Caylee Anthony: cosa sappiamo finora

(screenshot video)

A quelle accuse, insomma, la donna ha sempre replicato e si è lasciata di recente andare ad alcune esternazioni: “Non me ne frega niente di ciò che pensa la gente di me. Sto bene con me stessa e dormo abbastanza bene di notte”. La vicenda va raccontata comunque dall’inizio, il 9 agosto 2005, nasce Caylee Marie Anthony. Non si è mai saputo chi fosse il padre della piccola. Caylee è cresciuta nella casa di Orlando dei suoi nonni, Cindy e George Anthony, ma il giorno dopo una presunta discussione in famiglia per la festa del papà, il 15 giugno 2008, Casey se ne va con la sua giovane figlia.

Un mese dopo, quando apprende che un’auto di famiglia usata da Casey era stata sequestrata, George recupera l’auto ed è sopraffatto dall’odore che rimane anche dopo che un sacco di spazzatura è stato rimosso dal bagagliaio. Il 16 luglio 2008, la giovane mamma viene arrestata. Per la polizia, ci sono pochi dubbi: ha ucciso la figlia e ne ha occultato il cadavere. Tre anni dopo l’assoluzione e a oggi nessuno sa chi ha ucciso la piccola Caylee. La donna è certa di una cosa: “In base a quello che hanno detto i media” – ha raccontato – “Capisco la ragione per cui la gente pensa certe cose di me. Capisco perché le persone hanno queste opinioni”.