Meteo, un fronte di aria fredda invade l’Italia: ecco le principali conseguenze

0
97

Un nuovo fronte di aria fredda proveniente dal Nord Europa penetra con forza in Italia determinando un ritorno al clima di febbraio con pioggia, vento forte e temporali: queste le principali previsioni meteo per martedì 6 aprile secondo i dati ufficiali di Protezione Civile ed Aeronautica Militare.

Previsioni Meteo 6 aprile

Partiamo dal bollettino del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile emesso la sera di Pasquetta e valido fino alle 23:59 del 6 aprile. E’ attivo un avviso di meteo avverso per venti di burrasca con possibili mareggiate sulle coste del Tirreno e dell’Adriatico. E’ inoltre attiva un’allerta meteo di colore giallo sulle Marche e sull’Abruzzo.

Le previsioni meteo per il 6 aprile dell’Aeronautica Militare

Con le previsioni del bollettino ufficiale del 6 aprile del servizio meteo dell’Aeronautica Militare vediamo il tempo previsto sulle singole regioni italiane ed il livello delle temperature.

Nord Italia: – Cielo molto nuvoloso su tutto il settore e in particolare su Liguria,  Lombardia ed Emilia Romagna con precipitazioni sparse. Temporali sul Triveneto con quota neve ai 400 metri. Sul resto del Nord cielo sereno o poco nuvoloso.

Centro Italia e Sardegna: – Allerta meteo di livello giallo per temporali e rischio idrogeologico su Marche e Abruzzo. Cielo da nuvoloso a molto nuvoloso sul resto del territorio e in particolare sulla Sardegna. Quota neve a 500 metri sugli Appennini.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Deforestazione: aree tropicali fortemente danneggiate

Sud Italia e Sicilia: – Cielo generalmente poco nuvoloso su tutto il settore ad eccezione del Molise, della Puglia e della Calabria dove sono previste pioggie sparse fino a precipitazioni temporalesche. Nuvolosità in intensificazione dal tardo pomeridiana su tutto il resto del settore.

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Desertificazione: oltre il 25% della popolazione mondiale è a rischio

Le temperature minime sono in netto calo su tutto il Paese. Le temperature massime sono in sensibile diminuzione sul Nord e sul Centro ed in leggero aumento su Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia.