Bayern-Psg, dove vederla. Sfida da campioni

0
45

Tanti assenti, ma la finale anticipata dello scorso anno promette comunque spettacolo

Bayern-Psg, dove vederla

Bayern-Psg, dove vederla

Bayern-Psg, dove vederlaLa riedizione della finale della passata edizione è il menù più ricco che questa serie di quarti di finale di Champions League può offrire. Bayern Monaco e Paris Saint Germain lo scorso 23 agosto si giocarono l’ultima coppa dalle grandi orecchie. Vinsero i tedeschi grazie a un gol del francese Kingsley Coman, cresciuto proprio nelle giovanili del club parigino. La supersfida di questa sera all’Allianz Arena sarà però condizionata da diverse assenze, anche se lo spettacolo sarà comunque garantito (diretta tv dalle 21su Sky Sport Uno). Mancherà su tutti il bomber Robert Lewandowski, già 35 gol in 25 di Bundesliga e 5 in sei uscite di Champions, ma il trauma distorsivo rimediato al ginocchio in Nazionale non gli permetterà di contribuire alla causa dei biancorossi bavaresi. Se tra i tedeschi anche Gnabry non potrà essere parte della sfida, a causa di un test che ne ha riscontato la positività al Covid-19, lungo la sponda di Parigi le cose non sembrano andar meglio, perché oltre allo squalificato Paredes e all’infortunato Icardi, sarà esclusa anche la coppia di azzurri Florenzi-Verratti, anche loro fuori per il Coronavirus. A questo punto Mauricio Pochettino non potrà che affidarsi al terzo azzurro in attacco, il giovane Kean che fino a questo momento non ha deluso le aspettative dell’allenatore argentino. Il collega Hansi Flick punterà invece sull’ex della gara Choupo-Moting, un attaccante che conosce bene i suoi ex compagni di squadra e di conseguenza tutto l’ambiente del club parigino. Il tecnico dei tedeschi vuole affidarsi ai suoi suggerimenti, per quanto battere i francesi in un doppio confronto potrebbe essere quest’anno più impegnativo dell’ultima finale. Alla vincente, in semifinale toccherà una tra Manchester City e Borussia Dortmund, con le possibilità di giocarsela comunque ampiamente per tornare in finale anche quest’anno. Nelle classifiche dei campionati nazionali a tutt’oggi i bavaresi sono saldamente primi, mentre i parigini dopo aver perso lo scontro diretto con il Lilla, sono stati superati e inseguono i rivali secondi per un solo punto.

Così in campo

Con queste premesse, sarà proprio Choupo-Moting a guidare l’attacco dei padroni di casa, senza Lea né la seconda punta di riferimento Gnabry, che Flick avrebbe altrimenti avanzato nel ruolo di centravanti. Alle sue spalle giocheranno però l’esperto Mueller, che non vede l’ora di far sentire la propria esperienza e voglia di vittoria in campo internazionale e i terribili Coman e Sané. A centrocampo Goretzka e Kimmich, mentre sulla linea a quattro davanti alla porta difesa da Neuer ci saranno molto probabilmente dal primo minuto Hernandez, Alaba, Suele e Pavard. Per contro sarà Kean a dover impensierire la difesa tedesca, ma per fallo avrà ottimi rifinitori che sapranno, almeno sulla carta, mandarlo in gol come Mbappé, Neymar e Di Maria, non proprio tre giocatori offensivi qualsiasi. Un terzetto che costringerà il Bayern a ingabbiarli con continui raddoppi di marcatura e con un grandissimo sacrificio fisico. In mediana Pereira e Gueye, mentre all’ex compagno dovranno badare Kimpembe e Marquinhos. Sulle fasce come terzini scatteranno dal primo minuto Diallo e Kehrer. All’ex madridista Navas l’obiettivo di mantenere la porta inviolata con uno dei reparti offensivi più forti al mondo, anche se spuntato per via dell’assenza del suo uomo più temibile. Una delle finaliste dello scorso anno non avrà così modo di arrivare in semifinale, ma per  questo il massimo spettacolo, da non perdere, è anticipato già ai quarti di finale, indipendentemente dagli assenti.

 

Potrebbe interessarti anche -> Real-Liverpool 3-1: Vinicius trascina i Blancos

Segui la Champions League su Twitter