Roma-Bologna 1-0, basta un guizzo di Mayoral: Tabellino e Highlights

0
218

L’attaccante spagnolo sfrutta l’unica opportunità del primo tempo. Il Bologna cala alla distanza

Roma-Bologna: Tabellino e Highlights

Roma-Bologna 1-0, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Roma-Bologna: Tabellino e Highlights – La Roma di Paulo Fonseca riceve il Bologna di Sinisa Mihajlovic allo stadio Olimpico nel tentativo di rimanere attaccata al trenino delle pretendenti per l’accesso alla Champions League del prossimo anno. Napoli, Juventus e Lazio hanno vinto, mentre per i giallorossi c’è l’ostacolo degli emiliani da superare. La formazione di casa è inoltre costretta a ricorrere al turnover, perché il confronto con il Bologna avviene proprio nel mezzo del doppio confronto tra la Roma e l’Ajax in Europa League. Dzeko e compagni hanno vinto il primo round, ma il secondo in casa sarà decisivo per il superamento del turno. I bolognesi possono quindi sfoggiare una condizione atletica migliore rispetto ai padroni di casa non solo impegnati sul doppio fronte, ma anche costantemente piegati dagli infortuni. Nei primi minuti sono infatti gli ospiti più vivaci in avanti, con una rete subito sfiorata da Barrow, che fallisce una buonissima opportunità già al primo minuto. Dopo il brivido iniziale, la Roma prova a scuotersi, ma il Bologna è grintoso e determinato nel relegare i giallorossi nella propria metà campo, attaccando con costanza con la giusta cattiveria agonistica. Il turnover di Fonseca, con Mayoral in avanti e Diawara e Villar in mediana, non sembra infatti pagare, nonostante in difesa Fonseca possa ora contare di nuovo sulla presenza di Ibanez e Mancini affiancati da Fazio nella linea dei difensori per via della squalifica di Cristante rimediata nell’ultimo turno di campionato. I trequartisti giallorossi Perez e Pedro non riescono a dialogare come vorrebbe il loro allenatore, mentre la formazione di Mihajlovic riesce a coprire bene gli spazi del campo e a ripartire con velocità. Soriano manca il gol dopo essersi procurato una buonissima occasione, tant’è che i rossoblù meriterebbero anche il vantaggio. La Roma è fino a questo momento solo la brutta copia di quanto visto ad Amsterdam in settimana, forse anche per un fattore psicologico che porta gli uomini di Fonseca a pensare già all’impegno di giovedì prossimo. Per contro Mirante, oggi in campo come titolare al posto di Pau Lopez, è costretto a salvare la sua porta con una parata decisiva e due uscite preziose per impedire agli avversari di passare in vantaggio. Preciso l’estremo difensore giallorosso, anche se nel corso dell’anno non ha avuto finora troppe occasioni per mettersi in mostra. Il Bologna continua però a spingere, soprattutto con la coppia Barrow-Palacio che si alternano tra il centro del’attacco e la fascia sinistra, sul lato destro della difesa della Roma, quella di Mancini. Gli sforzi degli emiliani però non bastano, perché su una ripartenza, alla prima occasione utile, da posizione regolare è Mayoral a guidare il contropiede e a insaccare il pallone alle spalle di Skorupski portando i giallorossi in vantaggio al 44′, alla fine di un primo tempo che aveva creato non pochi problemi alla formazione di Fonseca, che può tirare così un sospiro di sollievo. Le squadre rientrano così negli spogliatoi sul risultato di 1-0 grazie alla marcatura dello spagnolo in extremis, con l’attaccante che può interrompere così il suo digiuno.

Ripresa

Le squadre rientrano negli spogliatoi senza avvicendamenti in campo, ma la partita nell’arco di pochi minuti dà già impressione di aver cambiato volto nella seconda metà di gioco. La Roma non prende particolarmente l’iniziativa, anche se è Ibanez ad avvicinarsi al raddoppio con una conclusione da fuori area simile a quella del 2-1 ai danni dell’Ajax in settimana, ma questa volta il brasiliano non trova la porta, mancando il bis. Il Bologna lascia invece più a desiderare dal punto di vista delle occasioni e della costruzione del gioco, a differenza di come fosse stato il primo tempo dei rossoblù. Di fronte a queste difficoltà nella manovra dei suoi, Mihajlovic decide di sostituire nell’arco di dieci minuti, fino al 69′, ben quattro giocatori. Orsolini, Sansone, Antov e Juwara scendono così in campo nella speranza del loro allenatore di dare una svolta a una partita beffarda, che ha visto gli ospiti andare in svantaggio al termine dell’unica occasione da rete dei giallorossi del primo tempo. Nel secondo, i ragazzi di Fonseca sono più propositivi, anche se per dare ulteriore dinamismo alla propria formazione il portoghese decide di inserire Mkhitaryan e Veretout al posto di Diawara e Pedro, anche secondo la logica del turnover in vista dell’impegno di Europa League. A dieci minuti dalla fine del tempo regolamentare Mihajlovic e Fonseca continuano con le sostituzioni, richiamando in panchina Schouten per far spazio a Dominguez, il primo, e inserendo Pellegrini e Karsdorp al posto di Reynolds e Perez il secondo. La Roma nella ripresa ha comunque avuto più chance degli avversari per poter chiudere la partita, ma ha spesso fallito il gol più per demerito dei propri giocatori che per merito della difesa rossoblù. Il Bologna non sembra invece avere la forza per pareggiare, per quanto Mihajlovic abbia cambiato tanto nel corso della gara. Il punteggio rimane però in bilico, con i giallorossi avanti per una sola rete, anche abbastanza casuale per le dinamiche con le quali si è concretizzata. nel finale di gara anche Pastore rivede il campo, dopo mesi di assenza, per permettere a Mayoral di rifiatare in panchina, almeno nei dieci minuti finali di partita. Nel finale la gara stessa non ha offerto molte emozioni, soprattutto perché i neoentrati non sembrano aver dato un impatto significativo al match, almeno fino all’87’. Nei tre minuti finali prima del 90′ il Bologna addirittura non riesce a uscire dalla propria metà campo, con i giallorossi che invece provano a chiudere la partita proprio nel recupero. I minuti sono quattro, ma il Bologna è ormai troppo stanco per poter lanciare una nuova offensiva dalle parti di Mirante. Unica occasione per Soriano, che non riesce però a sfruttare al meglio un’opportunità molto ghiotta per l’1-1. Paradossalmente nella ripresa gli emiliani non hanno dato prova di avere più carburante nelle gambe rispetto a molti giallorossi che hanno giocato giovedì. Una circostanza che permette alla Roma di vincere e conquistare te punti preziosissimi per l’Europa, senza perdere terreno rispetto alle dirette rivali in classifica.

 

Potrebbe interessarti anche -> Inter-Cagliari 1-0: altra vittoria per Conte

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Roma-Bologna: Tabellino e Highlights

Reti: Mayoral 44′

Roma (4-4-2): Mirante, Fazio, Ibanez, Mancini, Bruno Peres, Diawara (Mkhitaryan 68′), Villar, Reynolds (Karsdorp 76′), Pedro (Veretout 68′), Perez, (Pellegrini 76′) Mayoral (Pastore 84′).
Allenatore: Paulo Fonseca

Bologna (4-2-3-1): Skorupski, Dijks, Soumaoro, Danilo, De Silvestri (Antov 60′), Svanberg (Juwara 69′), Schouten (Dominguez 77′), Palacio, Soriano, Skov Olsen (Orsolini 60′), Barrow (Sansone 60′).
Allenatore: Sinisa Mihajlovic

Arbitro: Marco Guida

Ammoniti: Pedro, De Silvestri, Villar, Pellegrini

Espulsi: –

Highlights QUI