Chelsea-Porto, dove vederla. I Blues per chiudere la pratica

0
77

Tuchel a un passo dalla semifinale, ma Conceiçao ritrova Oliveira e Taremi

Chelsea-Porto, dove vederla

Chelsea-Porto, dove vederla

Chelsea-Porto, dove vederla A una settimana di distanza dal primo confronto si rigioca a Siviglia per decidere la prima delle quattro semifinaliste della Champions League che terminerà con la finale di Istanbul il 29 maggio prossimo. Campo neutro quindi anche per il secondo round del confronto tra Chelsea e Porto, con gli inglesi che hanno vinto il primo confronto per 2-0, ma che devono preservare la massima concentrazione per evitare passi falsi nel secondo atto (diretta tv dalle 21 su Sky Sport canale 253). Tuchel non si fida, proprio quando la partita decisiva della massima competizione europea per essere tra le prime quattro del continente si disputa alla vigilia della finale di Fa Cup con il Manchester City, che domani sarà invece impegnato con i tedeschi del Borussia Dortmund. Di base i Blues devono quindi sbrigare la pratica, evitando sbandamenti, ma Sergio Conceiçao a differenza del match d’andata potrà ora contare sui suoi uomini più prolifici sotto porta, Sergio Oliveira e l’iraniano Taremi, i due bomber stagionali che rientrano dopo le squalifiche rimediate nel secondo ottavo di finale contro la Juventus. In 17 gare, da quando è sbarcato a Stamford Bridge, il tecnico tedesco con il Chelsea ha perso una sola volta, in un totale di 17 gare, ma è anche per questo che non si fida guardando allo stato di forma degli avversari. «Il Porto ha un’idea chiara di gioco, anche se deve segnare tre gol per passare il turno Noi dobbiamo rimanere concentrati e determinati fino al 180′. Andare in svantaggio potrebbe crearci dei problemi», queste le parole di Thomas Tuchel alla vigilia della partita. Il Chelsea è ancora imbattuto in Europa in questa stagione, con 7 successi e 2 pari. In 20 trasferte nella fase a scontri diretti il Porto ha invece vinto una sola volta, nel 2004, quando vinse la coppa dalle grandi orecchie guidata da José Mourinho. Non a caso Conceiçao ha ricordato alla stampa che le partite non si vincono con le statistiche.

Così in campo

Per quanto riguarda i probabili titolari, il Porto punterà ovviamente sui rientrati Taremi in attacco, accanto a Marega, e oliveira a centrocampo, accanto a Uribe. I due giocatori rappresentano la spina dorsale dei portoghesi insieme al veterano Pepe, ma il tecnico è pronto a riproporre un 4-4-2 che farà affidamento anche sulle fasce. Marchesin a porta, Zaidu e Manafà come terzini, corona e Otavio come esterni avanzati. Per contro, Tuchel per portare a casa la qualificazione potrebbe puntare sul 3-4-2-1, con Havertz terminale offensivo, supportato da Pulisic e Mount, mentre Jorginho e Kovacic andranno a coprire la mediana. Alonso e James come esterni, con il portiere Mendy che si affiderà al terzetto difensivo formato da Rudiger, Christensen e Azpilicueta. L’esito dell’incontro dipenderà quindi dalla solidità mentale del Chelsea, che dovrà essere bravo a spezzae subito le speranze di rimonta dei ragazzi di Conceiçao. I portoghesi che hanno eliminato agli ottavi di finale la Juventus sono così chiamati compiere una nuova impresa, anche se il passivo di 0-2 appare oggettivamente un punteggio difficile da ribaltare.

 

Potrebbe interessarti anche -> Fiorentina-Atalanta 2-3: la Dea la spunta con l’ex Ilicic

Segui la Champions League su Twitter