Borussia-City, dove vederla. Guardiola vuole spezzare l’incantesimo

0
83

A Dortmund il pericolo Haaland. Sfida in bilico dopo il 2-1 del match d’andata

Borussia-City, dove vederla

Borussia-City, dove vederla


Borussia-City, dove vederla
Dopo tre eliminazioni consecutive ai quarti di finale, in Champions League quest’anno il Manchester City di Pep Guardiola vuole andare oltre, nonostante la sfida sia tutt’altro che chiusa dopo il 2-1 dell’Etihad Stadium, una partita che ha visto ancora una volta in mostra il peccato originale degli inglesi, una squadra che riesce a produrre tantissime occasioni da rete, ma a sprecare anche con altrettanta facilità. Stasera il match sarà decisivo per il passaggio del turno e raggiungere il Psg in semifinale (diretta tv dalle 21 su Sky Sport canale 252), ma evitare rimonte significherebbe sfatare la maledizione che ha visto la squadra di Guardiola eliminata nelle ultime tre stagioni sempre allo stesso punto della competizione da Liverpool, Tottenham e Lione. Il Chelsea sarà l’avversaria della finale di Fa Cup nel weekend, ma questa sera i gialloneri tedeschi sono determinati a far bene. I pericoli per il tecnico catalano ci sono, perché i ragazzi allenati da Edin Terzic, allenatore provvisorio del Borussia, giocano bene e possono contare su un Bellingham in grande stato di forma e soprattutto sullo strapotere offensivo di Haaland, tra i giovani centravanti più forti al mondo. Il norvegese d’altronde, quando non segna, è in gado di mettere i suoi compagni di squadra nelle migliori condizioni per segnare se marcarsi, grazie ad appoggi e sponde precise e con ottimo tempismo. Il gol di Reus dà inoltre grandi opportunità ai tedeschi di giocarsela fino alla fine, mentre Guardiola ricorda bene gli errori da non ripetere, come la difesa a tre dello scorso anno, una soluzione inedita che ha avuto contro il Lione risultati disastrosi. Le assenze più significative saranno quelle di Sancho e Aguero, con l’argentino che sarebbe stato molto utile a Guardiola per poter andare in vantaggio e mettere subito la partita sui giusti binari, ma il tecnico ex Barça e Bayern potrà sicuramente contare ancora una volta su Gabriel Jesus falso nove. Resta però cosciente delle trappole legate alla dimensione psicologica e mentale. «Non faremo niente di speciale, perché dobbiamo controllare le ansie ed evitare passaggi a vuoto. Le emozioni spesso aiutano a conquistare i successi, ma nel nostro caso stasera ci basterà semplicemente giocare come sappiamo fare». Di risposta, Terzic crede invece nell’impresa. «La nostra convinzione è grande, perché abbiamo i mezzi per lottare, ora dobbiamo solo farlo. Tutti i ragazzi sono coscienti della propria voglia di andare lontano».   

Così in campo

Per poter superare la difesa del City, Terzic molto probabilmente schiererà i gialloneri con un modulo ad albero di Natale, con la linea difensiva a quattro davanti al portiere Hitz. A comporla, Guerreiro, Hummels, Akanji e Morey. In mediana l’ex juventino Emre Can, affiancato da Bellingham e Dahoud. A supporto del centravanti norvegese dovrebbero invece esserci dal primo minuto i trequartisti Knauff e Reus. Guardiola, rimanendo fedele al suo 4-3-3, a differenza dello scorso anno, davanti a Ederson dovrebbe quindi schierare Zinchenko, Laporte, Dias e Walker. A centrocampo Gundogan, Rodri e il talentuoso belga De Bruyne, autore di una prestazione eccellente anche nella gara d’andata, mentre il tridente offensivo sarà costituito da Foden, già in gol all’Etihad, Gabriel Jesus e Mahrez. La partita è aperta e molto dipenderà dall’approccio alla stessa nei primi minuti, oltre alla lucidità sotto porta degli attaccanti di entrambe le formazioni. La squadra vincente incontrerà in semifinale il Psg di Mbappé e Neymar, ma a questo ci si penserà dopo. Per Guardiola rappresenterebbe la fine di un incantesimo già solo l’accesso alla semifinale.

 

Potrebbe interessarti anche -> Psg-Bayern 0-1: il gol di Choupo-Moting non basta ai bavaresi

Segui la Champions League su Twitter