Milan-Genoa, dove vederla. Rossoneri senza Ibra, Leao in pole

0
100

Volata Champions contro il Grifone nel lunch-time

Milan-Genoa, dove vederla

Milan-Genoa, dove vederla

Milan-Genoa, dove vederla – San Siro non sempre ha sorriso al Milan quest’anno, ma nei momenti decisivi la squadra di Stefano Pioli ha saputo far bene, tenendo in mente che l’obiettivo principale dei rossoneri è quello di conservare almeno il secondo posto fino alla fine del campionato. La sfida con il Genoa nel lunch-time domenicale (diretta tv dalle 12:30 su Dazn e Dazn 1, oltre al canale 209 di Sky per chi avesse lo specifico abbonamento) rappresenta soprattutto una sfida per il Milan di domani, con Ibrahimovic squalificato per l’espulsione rimediata nell’ultima giornata di campionato e tanti giovani in campo. Il tecnico del Diavolo ha analizzato due aspetti in particolare del momento vissuto dalla sua squadra. La volontà di tornare al successo in casa «ma serve più qualità» e l’aver visto una squadra «preoccupata», il tipo di emozione che l’allenatore vuole dai suoi ragazzi affinché si possa continuare a far bene, evitando controproducenti cali di concentrazione in una fase così delicata della propria stagione. La squadra di Pioli non vince al Meazza da quattro gare di fila, anche se la striscia peggiore risale a cavallo tra i campionati 2006-07 e 2007-08 con nove gare consecutive in quasi nove mesi senza successi casalinghi. Invece solo in due occasioni i rossoneri avevano fatto peggio in casa a livello di gol subiti: nel 1932-33 con 22 reti e nel 1941-42 con 27 reti subite. Al momento sono 21 i gol subiti in 15 gare interne in questa Serie A. Non a caso Pioli si raccomanda di non voler vedere nuovi passi falsi tra le mura amiche, anche se senza pubblico. Il Genoa è inoltre una squadra non comoda da affrontare, grazie a un Ballardini che ha di fatto rivitalizzato la squadra a metà stagione.

Così in campo

Pioli pensa a una linea giovane di titolari, nonostante le incertezze legate alla situazione contrattuale di Donnarumma, il portiere sarà regolarmente in campo e la difesa si affiderà su di lui. La retroguardia sarà ancora una volta formata dalla coppia centrale Tomori-Kjaer, mentre sulle fasce giocheranno Hernandez e Dalot. A centrocampo i titolarissimi Kessie e Bennacer, mentre sulla trequarti il croato Rebic giocherà ancora una volta a sinistra, mentre Calhanoglu e Saelemaekers saranno gli altri giocatori offensivi a dare supporto all’unica punta Leao, sul quale si appoggerà l’intero attacco in assenza di Ibra. Il portoghese sarà così chiamato sempre di più a fare le veci dello svedese, nel tentativo di scardinare la difesa genovese a tre formata da Masiello, Zapata e Goldaniga, davanti al portiere titolare Perin. Per il centrocampo a cinque possibile ci sia invece un po’ di turnover da parte di Ballardini con Czyborra e Biraschi sugli esterni, con Strootman, Badelj e Behrami in mediana. Per l’attacco i favoriti sono Scamacca e Destro, con il primo dei due che proverà da predestinato a 22 anni a conquistare i cuori rossoneri in ottica futura. Una sfida certamente non semplice contro la seconda squadra in classifica, ma di certo una di quelle che è sempre piaciuta all’attaccante.

 

 

Potrebbe interessarti anche -> Roma-Ajax 1-1: giallorossi in semifinale

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter